Home Rubriche Food & Beverage

Crostata esotica alla crema di cocco e limone con fragole alla menta e glassa

SHARE

Stamattina finalmente un bel sole dopo giorni di missioni in motorino con look da sacco della monnezza e bagnata in ogni caso.


Sono uscita con calma, stranamente in orario, ho fatto la strada senza fretta e guardandomi intorno. Questa città fa schifo: la gente è arrabbiata, maleducata, incivile e assolutamente disinteressata al prossimo e al disturbo che può creare. E se ne frega. Ma sapete che vi dico? Oggi la prendo bene!

Mi sento molto zen e filosofica in questi giorni, saranno i terribili trenta in agguato… ma per ora stendiamo un velo pietoso!

 

Per festeggiare questo inusuale stato di grazia prepariamo una bella ricetta in odore di estate e pomeriggi soleggiati..
questa è la crostata che ho fatto per il compleanno della mia Iron-Suocera

Ingredienti per uno stampo da 26 cm di diametro:

Per la pasta frolla:
comprate un rotolo già fatto!

Per la crema al cocco e limone:
6 uova
370 g di zucchero semolato
40 g di farina 00
70 g di cocco rapé
125 ml di succo di limone
1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata

Inoltre:
fragole per decorare (circa 500 g)
foglie di menta fresca
glassa per torte alla frutta (vedi seconda ricetta, ebbene si l’ho fatta!)

Prima di tutto merita una nota la questione del cocco rapé..mai sentito nominare mi sono documentata ed ho trovato tutta una spiegazione sulla differenza con la farina di cocco che è troppo sottile mentre il rapè dovrebbe essere a scaglie allora per attenermi fedelmente alla ricetta ho comprato del cocco fresco, l’ho pulito, l’ho frullato grossolanamente e alla fine vi posso tranquillamente dire che potete comprare la farina e risparmiarvi il problema.

Iniziate stendendo la pasta sullo stampo imburrato e infarinato. bucherellate il fondo con la forchetta e preparate il ripieno.

In una grossa ciotola lavorate le uova con le fruste elettriche fino a renderle omogenee, quindi aggiungete lo zucchero semolato. Incorporate la farina setacciata e il cocco rapé, mescolando bene con una spatola dopo ogni aggiunta, quindi unite il succo di limone e la scorza grattugiata. Mescolate di nuovo fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versate la crema al limone a temperatura ambiente all’interno del guscio di pasta frolla e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 30-35 minuti, o comunque fino a quando la crema apparirà soda, leggermente dorata in superficie e la pasta sarà cotta. Sfornate, fate raffreddare completamente, quindi decorate con una dadolata di fragole.spennellate con la glassa per torta alla frutta e cospargete con foglie di menta qua e là!

Dicevamo della gelatina… presa dal momento di follia ho fatto anche quella ed ecco la ricetta.

Glassa per torte alla frutta (C. Felder)

Ingredienti per 350g :
10 g di gelatina in fogli
150 g di acqua
200 g di zucchero semolato
scorza di 1/4 di arancia grattugiata
scorza di 1/4 di limone grattugiata
1/2 stecca di vaniglia
1 fogliolina di menta fresca

Mettete i fogli di gelatina in ammollo in un contenitore in acqua fredda per il tempo indicato sulla confezione, di solito una decina di minuti. Intanto in una casseruola versate l’acqua, lo zucchero semolato e la scorza degli agrumi (io avevo solo il limone ed è venuta molto bene lo stesso). Aggiungete la mezza bacca di vaniglia incisa longitudinalmente con un coltello (io ho messo un po’ di vanillina, più semplice ma attenzione che è più dolce) e la foglia di menta. Portate ad ebollizione, quindi spegnete. Aggiungete i fogli di gelatina ben strizzati e mescolate con una frusta fino a farli sciogliere completamente. Filtrate il tutto passando per un colino a maglie fitte. Conservate in frigorifero in un barattolo di vetro. Al momento del bisogno basterà riscaldare solo la quantità che vi serve a bagnomaria per farla tornare liquida e spennellare la frutta!

Certo ora ne ho due barattoli in frigo e dovrei preparare un’altra dozzina di crostate per smaltirla ma vi assicuro che è un a bella soddisfazione.

Anche la torta ha avuto il suo discreto successo, sicuramente da bissare!

Armenia Baghdighian