Home Rubriche Food & Beverage

Cupcakes alla vaniglia North Star Bakery

SHARE

Ed è già settembre. E già piove. Una vera meraviglia. Nel gran caos delle mille cose fatte ad agosto ho cucinato davvero poco e ancor più in Puglia e in Basilicata ho approfittato della produzione locale per abbandonare quasi del tutto i fornelli.


Per la cronaca sappiate che ci si può nutrire quasi esclusivamente di nodini pugliesi per una decina di giorni senza nessun problema! Che siano benedetti. Ne sento fortemente la mancanza, forse è astinenza. Probabile.

Il ritorno alla routine di tutta la ciurma della famiglia Iron, oramai sempre più numerosa dopo l’arrivo di un nuovo Iron-gatto meglio noto come “lo spaccapalle”, è stato peloso e faticoso, così per meglio digerire la prima settimana di lavoro ho deciso di allietarla con dei dolcetti in perfetto stile casalinga disperata. Cuciniamoci su, che ci sta sempre bene! E poi oramai la prova costume è andata, via libera al burro selvaggio!

Mi piace questa ricetta e ancora più mi piace il modo in cui l’ho trovata. Fa parte di una serie di ricette raccolte dalla scrittrice Kristin Harmel a margine del suo libro “Finché le stelle saranno in cielo” in cui vengono citate, preparate o semplicemente mangiate. Non ho letto il libro e non conosco l’autrice ma trovo questa idea davvero carina, potrebbe essere interessante cucinarle e assaggiarle leggendo il romanzo… Una sorta di lettura sensoriale e completa. Un po’ 3D insomma!


Metterò anche questa nella lista delle cose da fare. Credo di essere arrivata al secondo rotolo di pergamena! Iniziamo ad addolcire questo settembre.

Ingredienti
– 220g di burro molto morbido, a temperatura ambiente
– 300g di zucchero
– 4 uova grandi
– 1 bustina di estratto di vaniglia
– 400g di farina
– 3 cucchiaini di lievito
– ½ cucchiaino di sale
– 1 dl di latte

Iniziate scaldando il forno a 180° e foderando gli stampini per muffins con i pirottini. Con queste dosi ne verranno circa una ventina, io ne ho fatti dodici subito e ho conservato l’impasto in frigo per rifarli freschi dopo un paio di giorni.
In una ciotola grande sbattete burro e zucchero con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto leggero e cremoso, poi aggiungete le uova una alla volta e l’estratto di vaniglia e mescolate bene.

Questo passaggio ha decretato per me il vero e duro ritorno alla realtà: l’ho fatto con lo sbattitore elettrico della planetaria, la donna era appena venuta e la cucina splendeva, il para-schizzi è rimasto nella credenza e potete immaginare come sia finita la vicenda. Vi censuro i dettagli.

Proseguite setacciando insieme la farina, il lievito e il sale e aggiungendo il mix al composto circa un quarto alla volta alternandolo con il latte.
Riempite per non più di ¾ i pirottini ed infornate per 15/20 minuti. Sulla cottura si gioca tutta la sottile differenza tra muffins e cupcakes, questi ultimi dovete sfornarli un pochino prima, quando la sommità del composto sarà cotta e lo stecchino ne uscirà pulito ma il centro ancora morbido. Se aspettate che si asciughi un po’ anche l’interno prenderanno la consistenza tipica dei muffins. Come direbbe Snoopy: “una diversa impostazione degli alluci”… Insomma cambia poco. Io ovviamente stavo facendo altre sei cose e li ho lasciati posare nella teglia qualche minuto in più e hanno terminato la cottura. Ma sono decisamente buoni lo stesso.
Comunque, una volta scelto il grado di cottura sfornate e lasciate freddare su una griglia. Nel frattempo, per fare le cose per bene, occupiamoci della glassa!

Ingredienti per un quintale di glassa rosa:
– 220g di burro morbido
– 500g di zucchero a velo
– ½ cucchiaino di estratto di vaniglia
– 1 cucchiaino di latte
– 1/3 gocce di colorante alimentare rosso

Lavorate con le fruste elettriche il burro fino a renderlo gonfio e cremoso. Aggiungete gradualmente lo zucchero e continuate a mescolare per amalgamare bene. Aggiungete la vaniglia e il latte continuando a mescolare e completate con il colorante per raggiungere l’intensità che desiderate. Ora non resta che spalmarla sulle tortine!

Qui aggiungo le mie varianti: tanto per iniziare fare una glassa con più di due etti di burro credo vi duri da qui alle feste di pasqua quindi salvo non siate proprio dei golosoni vi consiglio di ridurre le dosi, anche perché è piuttosto corposa e “stucchevole” che non ne metterei troppa fossi in voi.

Per quel che mi riguarda ho fatto così: a metà dei miei cupcakes ho aggiunto le gocce di cioccolato prima di infornarli, all’altra metà la glassa che ho fatto solo con l’avanzo del panetto di burro oramai mollo usato per la ricetta, cioè 30 grammi. Praticamente ho usato un decimo di tutti gli ingredienti e vi assicuro che per una dozzina di dolcetti è più che sufficiente. Non avendo in casa il colorante ho usato un topping ai frutti di bosco, di quelli densi da gelato, ha dato il colore rosa e aromatizzato delicatamente la glassa che altrimenti credo avrebbe somigliato troppo ad un tocco di burro sano! C’è anche la variante con il formaggio fresco, probabilmente la migliore ma ne riparleremo.

Insomma potete davvero sbizzarrirvi ma se volete essere fedeli all’originale ricetta della North Star Bakery sapete come fare! Bon appétit.

Armenia Baghdighian