Home Rubriche Food & Beverage

Frittate finger food per aperitivo

SHARE
Frittate finger food per aperitivo

Le frittate sono delle preparazioni abbastanza semplici ma che hanno il pregio di essere ingolosite come preferiamo

Con formaggio, salumi, verdure, con pasta e riso. Tutto quello che il nostro frigorifero ci offre o che abbiamo voglia di mangiare.

Sono delle preparazioni abbastanza rustiche ma con un po’ di creatività possiamo portarle in tavola dando loro un taglio diverso, più raffinato e creativo. Magari da servire durante un aperitivo finger food, usando semplicemente le mani.

Una frittata al rosmarino, ad esempio, può diventare un piatto raffinato se tagliato in piccoli rettangoli, su cui poter sovrapporre una fetta di salmone affumicato, oppure un tocchetto di formaggio.

Potete preparare delle salse con cui poter accompagnare le frittate, da riporre in una ciotolina a parte: una semplice frittata di zucchine può essere accompagnata da un pesto di menta; una frittata alla rucola con una crema di pomodori secchi.

Giocate anche ad abbinare bene gli ingredienti. Ad esempio, i carciofi si sposano benissimo con la pancetta, non vi resta che pulirli, eliminando le foglie esterne più dure fino ad arrivare al cuore e lasciandoli riposare in una ciotola con acqua e limone. Tagliate la pancetta a tocchetti. In una padella, fate imbiondire uno spicchio d’aglio in qualche cucchiaio di olio, eliminatelo e aggiungete i carciofi ben scolati e la pancetta. Aggiungete un po’ di sale e lasciate cuocere per una quindicina di minuti, con coperchio. In una ciotola, lavorate bene le uova, aggiungete un po’ di sale e di pepe, qualche ciuffo di prezzemolo e inglobate bene tutti gli ingredienti. Prelevate i carciofi e la pancetta dalla padella, trasferiteli nel composto di uovo e mescolate. Trasferite di nuovo il tutto nella padella ancora calda e lasciate cuocere come una normale frittata.

La frittata di patate è un altro tipico piatto sempre molto gradito, anche durante gli aperitivi più chic, nonostante sia un piatto molto rustico e tradizionale. E se volete essere internazionali barate e preparate una tortilla di patate.

Con delle frittate non troppo alte è possibile creare dei rotoli oppure dei sandwich. Partite lavorando le uova con un po’ di sale, di pepe e una generosa manciata di parmigiano. Lasciatele cuocere in una padella, ricordandovi i che non dovranno essere molto alte, quindi versate un po’ di composto alla volta, magari ottenendo più frittate. Quando sarà pronta lasciatela raffreddare e farcitela come preferite: ad esempio, stendendo un velo di formaggio cremoso e aggiungendo dei pomodorini secchi. Avvolgete la frittata, come a creare un rotolo, e fatela riposare per un’ora in frigorifero, avvolta in pellicola trasparente per alimenti. Estraetela dal frigo e tagliatela in fette, ottenendo delle girelle di colore e sapore. Oppure, se partite da una normale padella tonda, tagliate i bordi in modo che la frittata diventi quadrata, farcitela poi come meglio credete (ad esempio con pomodoro e mozzarella), aggiungete un altro strato di frittata e tagliate il quadrato in due parti, come se fosse un toast.

Questa soluzione si può ottenere anche cuocendo la frittata in forno, con una teglia rettangolare, ricoperta di carta da forno. Quando decidete di preparare una frittata al forno con le verdure, ricordatevi di cuocere queste ultime prima in padella o al vapore. Le frittate al forno hanno il pregio di non dover essere rigirate e sono pronte in una quindicina di minuti.

Al forno potrete preparare anche una gustosa frittata di mozzarella, aromatizzata al tartufo. La mozzarella sarà filante e renderà la frittata più umida; mentre il tartufo le donerà un sapore e un profumo particolare. Per questa ricetta dovete cominciare sbattendo le uova e aggiungendo un po’ di sale e di pepe. Incorporate un po’ di tartufo, amalgamate bene e lasciate riposare. Affettate la mozzarella e lasciate sciogliere un po’ di burro in una teglia da forno. Quando il burro sarà fuso, disponete le fette di mozzarella sul fondo e ricopritele con le uova sbattute. Infornate in forno preriscaldato a 180° per una ventina di minuti. Servite quando la pietanza è ancora calda, così la mozzarella sarà filante. E se siete golosissimi potete anche aggiungere un po’ di prosciutto o di speck.

E adesso qualche consiglio per portare in tavola una frittata perfetta!

Durante la preparazione delle frittate le uova devono essere sbattute con una forchetta, e non con una frusta. È importante che l’albume e il tuorlo si fondano tra di loro. In questo modo, potrete ottenere una frittata soffice che potrà esserlo ancora di più aggiungendo un albume montato a neve.
La cottura deve avvenire su fiamma dolce ed è importante scuotere la padella di tanto in tanto, affinché anche i bordi possano cuocere bene.
Un altro trucchetto per avere una frittata soffice e alta è quello di usare il coperchio durante la cottura, poiché il vapore che si forma aiuta a farla crescere maggiormente.
Se proprio non riuscite a girare la frittata senza creare pasticci potete sempre optare per una padella più piccola e, chissà, magari riuscirete a girare la vostra frittata con il semplice gioco di polso, evitando di usare il coperchio o il piatto.