Home Rubriche Food & Beverage

Millefoglie di patate

SHARE

… E ci sono quei giorni in cui decidi di pulire il forno… e nell’attesa che la schiuma faccia effetto te ne penti amaramente.


È esattamente quel momento. Ora mi chiedo cosa mi sia venuto in mente… poi ripenso al millefoglie di patate e le colate di scamorza e capisco di non aver avuto scelta, devo mettermi l’anima in pace.
Indi consiglio numero uno per questa ricetta: sotto lo stampo mettete una teglia!
Giustifico la mia manchevolezza con la scusa di aver cucinato di venerdì sera sul tardi e ora ne pago le conseguenze! Ebbene si, voi eravate a concerti, cinema, locali e io, sola soletta – IronMan sempre in missione – , ho sintonizzato la tv sul canale giusto e mi sono messa all’opera… oh, ognuno si diverte come gli pare!
E poi bisogna sapersi organizzare, se sabato mattina si ha il parrucchiere e il pomeriggio un fidanzato finalmente da godersi tocca sfruttare ogni momento… e il venerdì sera si cucina. Noi casalinghe disperate abbiamo vite piene.
… piene pure di cerotti, occhio al taglio delle patate! Ho rischiato più volte di dover cambiare programma e finire il venerdì sera al pronto soccorso.

Ingredienti per 4 persone:
800 gr di patate
scamorza
1 mazzetto di erbe aromatiche
20 gr di burro
Sale q.b.

Procedimento:
Sbucciate le patate, lavatele ed affettatele a fette sottilissime con una mandolina.
Mettetele all’interno di un recipiente pieno di acqua fredda per circa 5 minuti, scolatele ed asciugatele. Affettate la scamorza, mondate le erbe aromatiche fresche strofinandole con un panno umido e tritatele finemente. In una piccola ciotola mescolatele insieme ad un po’ di sale.
Foderate uno stampo a cerniera rotondo con della carta da forno bagnata e ben strizzata e fate un primo strato di patate, sovrapponendole un po’. Cospargetele con il trito di erbe aromatiche e sale e coprite con alcune fettine di scamorza. Proseguite in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con un ultimo strato di patate. Distribuitevi sopra alcuni ciuffetti di burro.
Cuocete nel forno già caldo a 180° per 40 minuti coperto da un foglio di alluminio.
Trascorso questo tempo, eliminatelo e proseguite la cottura del millefoglie fino a quando le patate in superficie appariranno dorate. Per verificare il grado di cottura utilizzate uno stecchino, saranno cotte quando esso vi entrerà senza alcuna resistenza. Togliete dal forno, sformate e servitelo tiepido.

Allora l’esecuzione è di una semplicità imbarazzante e la resa è ottima. L’unica rogna, se fatto con tempi più ristretti dei miei, potrebbe essere che il secondo round di cottura per me è durato un’altra oretta. Non ho voluto alzare la temperatura per evitare che si bruciassero troppo le patate in superficie e che non si cuocessero bene quelle interne, cosi sono venute benissimo e la prova stecchino è stata superata perfettamente però, ecco, tenete presente un paio d’ore di cottura.

Ora vado a pulire il forno va… e ricordate il mio monito: una teglia sotto lo stampo perche la scamorza cola o vi ritroverete come me, con guanti e spugna rassegnata al mio destino!

Armenia Baghdighian