Home Rubriche Food & Beverage

Mini Pies alle mele, ribes e cannella

SHARE

Passati nubifragi e inaugurazioni di centri commerciali, viaggi veneziani e rientri al lavoro è tornata una certa verve in cucina

, complice ancora la mancata accensione dei termosifoni che mi fa venir voglia di stare davanti ai fornelli quando cala il sole, e i nervosismi globali ho diversi esperimenti da condividere.

 

Ieri in particolare con la borsa che crollava, lo spread che impazziva e il gatto che miagolava ho deciso di attaccare la cucina già dal primo pomeriggio. Se riuscissi a sfogarmi facendo sport a quest’ora sarei la Sharapova.

Nell’ordine ho preparato una caponata di verdure e del salmone al burro per cena, una quiche di spinaci e broccoli per il pranzo e in un momento di follia anche queste tortine per la colazione.
Follia perché non avevo quasi nessuno ingrediente ma casualmente IronMan passava per il supermercato (a comprare l’acqua, il top della sua collaborazione domestica!) ed ho bassamente approfittato. Ho fatto la lista degli ingredienti al telefono (“Si amore: pasta Brisée… nel banco frigo amore… si va bene quella marchiata Carrefour amore, non la Buitoni che costa il doppio… Anche la Maizena amore, MA – I – ZE – NA… e che ne sò, sarà tra le farine, chiedi a qualcuno!”, non è comodissimo, sappiatelo) e alle 20 di sono materializzati a casa. Avevo quasi esaurito le forze ma pregustavo già una goduriosa colazione. Qualora fossero venute bene, ovviamente. Sennò fette biscottate. Orrore.

 

Detto questo la ricetta originale di Fiordifrolla prevederebbe la pasta fatta a mano (e non mi avrete mai), le more (e io avevo i ribes), la lavanda (e non mi avrete mai, again) e degli stampini più piccoli (ma noi mangiamo ben più di uno stampino quindi…!).
Insomma questa è la mia rivisitazione ma vi aggiungo il procedimento per la pasta come lo indica lei casomai voleste provare:

Ingredienti per 6 mini pies:
per la pasta brisée:
270 g di farina 00
3 cucchiai di zucchero semolato
150 g di burro freddo di frigo
2-3 cucchiai di acqua ghiacciata


per il ripieno:
3 mele golden
70 g di ribes rossi
60 g di zucchero semolato
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 cucchiaio d’acqua
1 cucchiaio di maizena

inoltre:
zucchero semolato per spolverizzare
1 uovo sbattuto per spennellare

Nello specifico io ho fatto 4 cocottine ed ho usato due mele e circa mezza vaschetta di ribes. e mi sono scordata tutta la parte dello zucchero per spolverizzare e dell’uovo per spennellare. Ma stamattina si lasciavano mangiare ECCOME!

Procedimento:
Preparate la pasta brisée: nella ciotola della planetaria lavorate, con il gancio a k e a bassa velocità, la farina, lo zucchero e il burro tagliato a cubetti fino ad ottenere un composto bricioloso. Sempre tenendo l’apparecchio in funzione, aggiungete l’acqua, poca alla volta, quel tanto che basta ad ottenere un impasto liscio e privo di striature di burro (in alternativa potete impastare con il mixer, utilizzando le lame e procedendo ad impulsi). Se necessario rilavorate brevemente a mano, quindi avvolgete nella pellicola per alimenti e mettete in frigorifero a riposare per almeno 1 ora.

Oppure comprate due rotoli al supermercato e fatevi una vita!

Nel frattempo pulite le mele e riducetele a cubetti. In una padella (antiaderente, manco a dirlo!) cuocetele a fuoco basso insieme allo zucchero e all’essenza di vaniglia fino a quando saranno diventate tenere, mescolando con un cucchiaio di legno (circa 10 minuti). A parte mescolate l’acqua e la maizena fino ad ottenere un composto omogeneo, privo di grumi (viene benissimo, che soddisfazione!), ed unitelo alle mele, rimestando fino a quando il loro fondo di cottura si sarà asciugato. Fatele raffreddare. Occhio che si attacca!

Quando saranno a temperatura ambiente (ma anche no) unite i ribes, mescolando con un cucchiaio. Imburrate 6 stampi da muffins con cura.

Prelevate la pasta brisée dal frigorifero e stendetela con il mattarello allo spessore di circa 3 mm. Con un coppapasta del diametro di circa 11 cm ricavate 6 dischi che disporrete delicatamente all’interno degli stampi in modo da ricoprirne sia la base che i bordi. Reimpastate velocemente la brisée rimasta e rimettetele in frigorifero a raffreddare fino al momento del bisogno. Riempite ciascun guscio di pasta con il ripieno a base di mele e ribes arrivando appena sopra il bordo. Prelevate la pasta rimasta, stendetela nuovamente con il mattarello e ricavate altri 6 dischi, questa volta di diametro inferiore (circa 8 cm), che andrete ad apporre al di sopra di ciascuno stampino come coperchio, avendo cura di sigillare bene i bordi e facendo una leggera pressione. Con un coltellino affilato praticate un camino ad “x” sulla superficie di ciascun tortino e spennellate la stessa con l’uovo sbattuto. Cospargete con zucchero semolato a piacere e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti, o comunque fino a quando la pasta apparirà leggermente dorata.

(Tutto questo per farvi capire che complicazione sia fare questa pasta a mano! La versione semplice è: stendete il foglio di pasta già fatto e ritagliate col coppapasta (o con un bicchiere!) tutti i dischetti che vi servono. sigillare il bordo è importante, qualche fuoriuscita c’è stata anche se ho fatto attenzione! Ah, prima di chiudere io ho passato anche una spolverata di cannella, che ci sta sempre bene).

Quindi, morale: con la pasta già fatta ci vogliono davvero pochi minuti!

Mi aspettavo che si gonfiassero un po’ invece o ho fatto scaldare troppo la pasta (e a giudicare da quanto ho letto non è una buona mossa, mica saranno matte) oppure avevo delle aspettative falsate! In ogni caso la prossima volta riempirò di più le tortine così la cupoletta gliela faccio io!

Questa ricetta l’ho preparata ieri sera poi stamattina mezzo giro di microonde e BUONA COLAZIONE!

Se penso che ce n’è un’altra a casa mi viene l’acquolina…

Armenia Baghdighian