Home Rubriche Food & Beverage

Petto di pollo allo zenzero e verdurine asiatiche con noodles di soia vegetariani

SHARE

Oggi, complice quell’euforia che ti pervade nelle prime giornate di sole, ho deciso di prendere la smartina e di avviarmi, in quel che credevo essere un orario tranquillo, verso l’enorme Carrefour di Tor Vergata. Mal me ne incolse, a voler essere fini. Un bordello che manco alle nove di mattina…
Eh vabè. Con la proverbiale calma e tranquillità che mi contraddistigue, ancora non mi rassegno a non poter avere i rostri sulle ruote, sono arrivata nel mio paradiso personale. Dopo le prime due ora di spesa ho temuto di dover sparare un lanciarazzi e organizzare il mio recupero.
Alla fine con un’immancabile cassa di birra e due belle bustone sono tornata all’ovile smaniosa di mettermi all’opera.
Per la cena di stasera ho cambiato fonte e trovato un’altra ricettina a base di pollo, light e apparentemente fresca,vediamo come va…
La versione originale prevederebbe il cardamomo ma nell’Appio-Tuscolano non viene importato quindi ho optato per lo zenzero.

Ingredienti per 4 persone
(o tre, come noi stasera, di cui una molto secca che non mangia niente -che ovviamente non sono io- e un Iron-man che compensa) :

* 4 petti di pollo (o di tacchino)
* 8 cipollotti
* zenzero
* 200 gr di germogli di soia
* 2 limoni non trattati
* 500 gr di pak choi (o bieta)
* olio d’oliva, sale
* salsa di soia o di pesce
* peperoncino

Preparazione:
1. Grattugiare la scorza dei limoni e spremerne il succo. Salare leggermente i petti di pollo e metterli a marinare per ca. 20 minuti con il succo di limone, la scorza grattugiata e lo zenzero.
2. Scaldare un po’ d’olio in una padella e rosolare i petti di pollo da entrambi i lati. Trasferire i petti di pollo in una teglia e terminare la cottura nel forno preriscaldato a 160°C per circa 15 minuti.
3. Nel frattempo sbollentare 2-3 minuti il pak choi (o la bieta) in acqua salata. Pulire i cipollotti, scaldare un filo d’olio nella stessa padella in cui si è cotto il pollo, rosolare a fuoco vivo i cipollotti, aggiungere il pak choi e i germogli di soia. Unire salsa di soia o di pesce e un po’ di peperoncino. La verdura deve rimanere croccante. Sfornare il pollo e servirlo su un letto di verdurine.

Per i Noodles di soia ho seguito le istruzioni che prevedono un ammollo in acqua di dieci minuti e cottura in acqua salata bollente per 5 minuti; nel frattempo nella Wok ho saltato i gemogli di soia, una carota e una zucchina tagliate alla julienne con la salsa di soia e poi ho aggiunto i noodles poco alla volta, aggiungendo man mano un pò di salsa di soia finchè non hanno assunto un’aria da ristorante cinese.
Sono molto soddisfatta del risultato ma non nascondo che sia stata decisamente un’ammazzata, troppe cose in troppo poco tempo che hanno prodotto una tonnellata di piatti da lavare 🙂
Forse la prossima volta opteri per il pollo con un più facile riso basmati per accompagnamento e i noodles in separata sede..o forse devo solo predere i giusti ritmi… o forse, cosa assai piu probabile, MI SERVE UNA CUCINA PIU GRANDE 😉

Ps: dopo un attento studio in famiglia siamo giunti alla conclusione che forse con il petto di pollo intero sarebbe venuto meglio, rosolato come un arrostino e poi cotto in forno… sulla ricetta non è specificato ed io ho usato le fette gia tagliate ma credo che con la variante intera renda di più!

Armenia Baghdighian