Home Rubriche Food & Beverage

Ricette estive: come mangiare senza appesantirsi

SHARE

A memoria d’uomo è davvero difficile riportare alla mente un’estate più calda di questa: forse solo la tremenda estate del 2003 si avvicina all’autentico inferno abbattutosi sull’Italia di oggi, a causa dell’anticiclone Lucifero. Le condizioni scaturite da temperature bollenti e dai tassi di umidità da record, devono portarci ad adottare una serie di abitudini che siano in grado di consentire al nostro corpo un’attenta gestione delle energie, ma senza per questo eccedere per ottenere l’effetto opposto. Una regola che vale in primis nel campo dell’alimentazione: non ci resta, quindi, che passare in rassegna le migliori ricette estive per mangiare con gusto ma senza pesantezze di stomaco, che aumenterebbero i problemi a causa della digestione.

Ricette estive: al primo posto la pasta fredda

Non c’è nemmeno il bisogno di specificarlo: nessun piatto estivo riuscirebbe mai a scalzare dalla prima posizione la pasta fredda. D’altronde si tratta di un pasto facile da preparare, e anche comodo da portare a mare o in ufficio, per via della possibilità di metterlo nelle schiscette. Ma come preparare una pasta fredda da leccarsi i baffi? Il segreto è spegnere la cottura con la pasta al dente, e raffreddarla per un minuto sotto l’acqua corrente. Poi, bisogna sempre considerare che si tratta di un piatto da servire freddo, e dunque mettere in conto un minimo di 60 minuti in frigorifero, prima di poterla consumare. Va anche specificato che la pasta corta si adatta meglio di quella lunga, perché tende a mantenersi meglio, e che bastano pochi ingredienti per renderla appetitosa, come tonno, olio e limone.

Insalata e bresaola: un mix classico estivo

Insalata e bresaola sono un classico accoppiamento gastronomico estivo, perché un piatto a base di questi due alimenti sa saziare lo stomaco e soddisfare la vista, oltre che le papille gustative. L’insalata è il top in estate, perché è ricca di sostanze nutritive ideali per integrare vitamine e minerali, mentre la bresaola è il salume per eccellenza, in quanto si tratta di carne magra e davvero molto leggera da digerire, oltre che buona da mangiare. Certo, non basta un semplice abbinamento per creare un gusto che sia davvero coinvolgente: ecco perché il consiglio è di arricchire entrambi con del formaggio come il Grana Padano di alta qualità, come quello prodotto da Ferrari Formaggi. In questo modo alla leggerezza del piatto si accompagna anche un gusto deciso e intenso.

Gelato come pasto: vantaggi e svantaggi

Ogni estate spunta fuori il tormentone delle diete a base di gelato, garantite da questo o quel medico. Ma va anche detto che bisogna sempre approcciare questa dieta con cura, senza farla diventare un pasto fisso. Questo perché il gelato, che sarà anche gustoso e rinfrescante, da solo non basta per integrare tutte le sostanze indispensabili per l’organismo, dunque va inserito all’interno di un regime che comprenda anche altri alimenti. Bisogna poi fare attenzione sia alla quantità che alla qualità: non esagerare mai e cercare sempre di consumare gelato artigianale, per evitare un eccesso di conservanti o altro. Approcciare il gelato come alimento estivo richiede dunque morigeratezza, anche per via di un consumo di zuccheri che potrebbe diventare eccessivo e causare più di uno squilibrio alimentare.