Home Rubriche Go Green

GraBike: tre percorsi a misura di ciclista

SHARE
grabike

Tre differenti pedalate alla scoperta del Grab, l’anello ciclabile di 42Km della Capitale

LE GRABIKE – Annunciato la scorsa settimana il Grab (Grande Raccordo Anulare delle biciclette), è già pronto per la sua presentazione ufficiale. Il percorso di circa 42Km, potrà essere sperimentato già domenica 17 maggio in occasione delle tre Grabike organizzate da Velolove in collaborazione con il Parco Regionale dell’Appia Antica e Legambiente. Tre differenti tour alla scoperta del GRAB, per offrire a tutti la possibilità di pedalare su un tratto dell’anello, scegliendo il percorso della propria misura: small, medium o large.

LA GRABIKE STORICA – la misura small è una breve ciclopasseggiata alla portata di tutti sul tratto del GRAB che attraversa il centro storico. Le strade chiuse appositamente al traffico rendono questa GraBike perfetta per i bambini e gli adulti che non pedalano spesso. E’ un anello di pochi chilometri e di grande fascino che, con partenza da Piazza del Popolo alle 9.30, tocca Piazza Venezia, Castel Sant’Angelo e San Pietro per poi far ritorno a Piazza del Popolo.

LA GRABIKE ARCHEOLOGICA – Passiamo alla medium, una visita guidata alla scoperta di uno dei luoghi più suggestivi dell’Urbe: il Parco regionale dell’Appia Antica. Si parte dalla ex Cartiera Latina (via Appia Antica 42) che è anche il punto di arrivo e per 17 chilometri si attraversa la storia di questo straordinario museo all’aperto raccontato ai pedalatori dalle esperte guide del Parco. Sono in programma soste e ciclodegustazioni al Casale delle Vignacce, a Tor Fiscale e al Casale dell’ex Mulino. A differenza delle altre due, questa GraBike è a numero chiuso (120 i posti disponibili prenotabili sul sito dell’iniziativa), è richiesto un contributo di 5 euro per gli spuntini ai Casali e possono partecipare solo over 14.

LA GRABIKE NETURALISTICA – Ultima la misura large. Parte da Piazza del Popolo alle 9.30 e percorre completamente i 44,2 chilometri del GRAB. L’itinerario attraversa Villa Borghese e Villa Ada per poi seguire il corso dei fiumi romani: prima il parco dell’Aniene, poi il parco della Caffarella dove scorre l’Almone e infine – dopo essere passati per le Terme di Caracalla, il Circo Massimo, il Colosseo e il Campidoglio – il Tevere che ci accompagna fino all’arrivo a Piazza del Popolo. È un percorso pieno di sorprese anche per chi conosce bene Roma, si sviluppa prevalentemente su strade sterrate e propone scorci della città suggestivi e inconsueti. Il tracciato è tutto pianeggiante, ma sono consigliatissimi copertoni larghi adatti allo sterrato.

SHARE