Home Rubriche Go Green

Le balene del Tirreno

SHARE

Due avvistamenti in due giorni tra Livorno e Golfo Aranci. Continua il monitoraggio italo-francese

Dal ponte di comando della Mega Express II della compagnia Corsica-Sardinia Ferries sono state avvistate balenottere comuni a 15 miglia nautiche da Livorno.”Le balenottere stavano saltando fuori dall’acqua a circa un miglio dalla nave” così ha dichiarato il personale impegnato nel monitoraggio di cetacei nel mar Tirreno Centrale, all’interno del Santuario Pelagos.

È già la seconda volta in due giorni che vengono osservate delle balenottere sulla tratta Livorno-Golfo Aranci. Ieri, i ricercatori della Fondazione CIMA erano imbarcati per formare i futuri ricercatori a riconoscere le diverse specie di megafauna pelagica del Mar Mediterraneo. Durante la traversata, hanno visto una balenottera a metà strada tra l’isola d’Elba e Golfo Aranci. La giornata è stata ricca di incontri: stenelle striate, tursiopi, ma anche pesci luna e tartarughe. I ricercatori spiegano: “In questo periodo dell’anno, le osservazioni sono generalmente numerose. Le condizioni meteorologiche di ieri non erano molto favorevoli, per questo motivo è probabile che la quantità di avvistamenti sia sotto stimata e parte dei dati non potranno essere utilizzati”.

Ricordiamo che queste segnalazioni sono certamente incoraggianti perché si accumulano a quelle realizzate nelle precedenti settimane, a conferma che le balenottere, si stanno spostando verso il mar Ligure, zona primaria di alimentazione estiva.

La presenza dei ricercatori a bordo di compagnie di traghetti quali la Corsica-Sardinia ferries e la Grimaldi lines non è casuale, ma fa parte di un progetto di collaborazione tra la compagnia e diversi istituti di ricerca, sia italiani che francesi.

La collaborazione coordinata da ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ) iniziata nel 2007 ha già portato a risultati interessanti. Per questo motivo quest’anno si sono ricevuti finanziamenti da parte della parte francese del santuario PELAGOS. Il monitoraggio proseguirà per tutta l’estate su sei differenti tratte della Corsica-Sardinia Ferries quali: Tolone-Aiaccio, Nizza-Calvi, Savona-Bastia, Livorno-Bastia, Livorno-Golfo Aranci e Civitavecchia-Golfo Aranci.