Home Rubriche Go Green

Roma: Partono le adozioni per le ‘aree cani’

SHARE
areacaniRID

Uno strumento di partecipazione alla gestione dei beni comuni

UN NUOVO STRUMENTO – Da oggi per i possessori di cani c’è un nuovo modo per prendersi cura dei propri animali. Uno strumento di partecipazione promosso da Roma Capitale che permetterà ai cittadini di adottare un’area cani. Dopo la costituzione di un’associazione, i cittadini potranno fare richiesta di adozione di una delle aree verdi del loro territorio municipale. La scelta dell’area dovrà ricadere tra quelle giù presenti e realizzate, oppure tra quelle previste e in via di realizzazione all’interno delle aree verdi che lo permetteranno e che siano in consegna al Dipartimento Tutela Ambientale.

AREE VERDI E PARTECIPAZIONE – Una possibilità questa che si inserisce perfettamente nel rinnovato spirito di partecipazione che sempre più spesso rileviamo tra i frequentatori delle aree verdi. In questo modo, al fianco delle sempre più frequenti giornate di pulizia dei parchi, si prospetterà la possibilità di occuparsi anche degli spazi per i cani: “Una richiesta che è venuta dagli stessi cittadini – spiegano dal Campidoglio – e che la Giunta Marino ha raccolto proprio in linea con l’idea di partecipazione alla cura e alla manutenzione dei beni comuni, grazie a strumenti di sussidiarietà orizzontale e potenziando gli schemi operativi di partenariato sociale pubblico-privato”.

LA DOMANDA DI ADOZIONE – Per fare domanda di adozione, oltre a doversi costituire in associazione, i cittadini dovranno essere residenti nel Comune di Roma Capitale, anche quali presidenti di associazioni (ad esempio Associazioni di Condominio), o di comitati (ad esempio Comitati di Quartiere), o di organismi, o di enti, che non abbiano in atto controversie di natura legale o giudiziaria con l’amministrazione e che non esercitino attività in situazione di conflitto di interesse con l’attività pubblica. Rimane da capire quali siano le forme di tutela che Roma Capitale attuerà nei confronti di coloro che saranno disposti a sobbarcarsi quest’onere.

LE AREE INDICATE – Le aree censite dal Dipartimento Ambiente del Comune sono molte. Nel Municipio VIII l’elenco comprende: Largo B. P. Riccardi, Parco Caduti Del Mare – Via Salinieri, Parco Fao – Parco S. Sbragia – Via Pompeo Imp., Parco Scott, Via Alberto Ascari, Via Delle Accademie, Via Ignazio Persico, Via Leonori, Via Giovannipoli e Via Millevoi. Per il Municipio IX: Via Achille Campanile, Via M. Bartoli, Parco Campagna Spinaceto, Via Sapori, Parco Degli Eucalipti, Parco Eros Corizza, Via Canton, Via Cina, Via Laurentina 830 e Via Quasimodo. Nel Municipio XI dal Dipartimento elencano: Parco Di Pino Lecce, Via Fulda, Via Caselli, Via Sillano, Via Della Vela, Villa Bonelli, Parco Corviale, Parco Alitalia, Lungotevere Magliana, Piazza Gaetano Mosca, Via Degli Irlandesi, Via La Contea e Giardino Bitta.Infine, tra i territori da noi coperti, nel Municipio XII: Largo Berchet – Via Delle Mura Gianicolensi, Via Dei Capasso, Villa Flora – Via Portuense, Villa Pamphili – Via Leone XIII, Villa Pamphili – Largo Grigioni, Largo Ravizza, Via Cesari e Via A. Saffi.

LM