Home Rubriche Sport locale

Basket: salvezza matematica per la Roma Gas & Power

Espugnato il PalaFacchetti di Treviglio

SHARE

 

Salvezza matematica ed un obiettivo che, senza affanni e pressioni, può tornare clamorosamente a materializzarsi: una Roma Gas & Power da applausi espugna il PalaFacchetti di Treviglio al termine di un’autentica battaglia e aggancia nuovamente l’ottavo posto.

Salva già a metà dell’ultimo periodo per effetto della netta vittoria di Biella su Scafati, la squadra di Bonora getta il cuore oltre l’ostacolo e, risalendo dal -9, conquista la quinta vittoria esterna della stagione che la issa fino all’ottavo posto, pur in coabitazione con altre cinque squadre. Ma, per effetto della classifica avulsa, se finisse oggi la stagione, a giocare i playoff sarebbe proprio la matricola del girone Ovest.

Deloach e compagni danno da subito l’impressione di approcciare bene la partita, riuscendo a tenere i ritmi bassi e togliendo riferimenti, con continui cambi difensivi, ai giocatori di casa più rappresentativi: ne approfitta Pecchia (sei punti) per l’8-4, ma i canestri dei due USA tengono a galla la Roma Gas & Power.

E quando, dopo sei errori dall’arco di squadra, il numero 2 di Rocky Mount colpisce due volte in rapida successione, regala il primo vantaggio alla Roma Gas & Power, che trova anche il +5 (22-27) con la tripla di Malaventura e fallisce il contropiede successivo, ma Marino gli risponde e Sollazzo impatta al volo a 29. A quel punto il fischio che potrebbe spostare un po’ l’inerzia della gara, perché da un fallo dubbio su Marino, nasce anche il tecnico alla panchina ospite: il playmaker di casa fa 3/3 e sull’azione successiva il canestro da tre di Sollazzo chiude il 6-0 di parziale, cui, però, Deloach risponde da campione.

Pronti, via nel secondo tempo e arriva il secondo tecnico che costringe Bonora ad abbandonare anzitempo il campo, nel frattempo Treviglio è più aggressiva e sfrutta anche un antisportivo ad Easley.  Marino vola in contropiede per il +8 (51-43) e i liberi (Treviglio non sbaglierà mai su 22 tentativi) di Pecchia e ancora del play senese danno alla Remer addirittura il vantaggio in doppia cifra, prima dell’1/2 di Stanic.

Sotto di nove la faccenda rischia di complicarsi, ma la Roma Gas & Power si affida ad un energico Iannilli sui due lati del campo, col pivot romano che va subito a segno e comincia a togliere Sorokas dalla partita in difesa. Intanto Malaventura (da tre) e Fanti combinano per il -2, Marino segna da tre e Deloach gli risponde per la parità dopo i liberi di Righetti, mentre ancora il capitano non perdona in mezza transizione dall’arco (65-67) per il nuovo vantaggio della Roma Gas & Power.

Si procede sui binari dell’equilibrio, Sorokas pareggia ai liberi e Genovese punisce la difesa da tre punti (70-67), ma sarà l’ultimo canestro su azione prima di un finale tutto targato difesa per la Roma Gas & Power. I liberi Stanic e Deloach combinano per il sorpasso (70-71), dopo l’ottima difesa che costringe Sollazzo a spegnersi sul ferro, ma sul capovolgimento di fronte la sequenza difensiva è ancora più efficace e porta Treviglio prima ad una nuova rimessa e poi alla palla persa, che finisce nella mani di Deloach, nandato in lunetta per un altro 2/2 a sette secondi dal termine.

Righetti, senza neanche volerlo troppo, spende fallo su Genovese, che pur cercando di sbagliare il secondo li segna entrambi a tre secondi dalla fine, così come fa Stanic poco dopo. Nel frattempo la panchina di casa ha finito i timeout quindi sulla rimessa l’ultima speranza è per una preghiera di Marino da centrocampo, che non trova neanche il ferro: la Roma Gas & Power vince, è salva e può anche sperare in qualcosa di ancor più prestigioso.

Così l’assistant coach Luca Di Chiara a fine partita: “Questa è una vittoria fondamentale, perché venivamo da un periodo non positivo. Il successo con Siena ci ha ridato un po’ di entusiasmo, soprattutto nel lavoro quotidiano della settimana; anche oggi abbiamo avuto in campo l’atteggiamento giusto, fin dal riscaldamento, e i ragazzi sono stati bravi a fare quello che avevamo preparato per la gara. L’assenza di Davide è stata traumatica, infatti abbiamo preso subito un parziale negativo: complimenti ai ragazzi per la reazione che hanno avuto. Ora ci godiamo questa salvezza matematica, con un piccolo pensierino rivolto alla possibilità di accedere ai playoff“.

SHARE