Home Rubriche City Tips

Domenica prossima l’appuntamento è con ‘Corri alla Garbatella’

La gara podistica che attraversa le strade del quartiere Garbatella è arrivata alla sua 27esima edizione

SHARE

GARBATELLA – Mancano pochissimi giorni ad uno degli appuntamenti sportivi più suggestivi della Capitale: la ventisettesima edizione della ‘Corri alla Garbatella‘, la gara podistica che si snoda attraverso le strade del noto quartiere romano. Nelle scorse settimane abbiamo già dato notizia dei preparativi e del percorso della gara, così come della storia che richiama l’organizzazione di questa corsa, tra passato e presente, con uno sguardo al futuro e al prossimo centenario del quartiere. Dopo il successo delle passate edizioni, anche quest’anno l’Associazione Rione Garbatella ha coordinato i lavori preparatori per la gara podistica che il prossimo 25 novembre 2018 animerà le strade del quartiere. La scorsa domenica si è svolta la presentazione ufficiale: “La corsa – spiegano dall’Associazione – anche quest’anno occuperà le strade che attraversano il quartiere, opportunamente scelte per valorizzare un territorio particolarmente originale e con angoli unici e di rara bellezza”. L’obiettivo, stando a quanto riferito dagli organizzatori, è quello di eguagliare e superare i risultati raggiunti nelle ultime edizioni, con più di mille partecipanti alla corsa.

LA GARA E IL PERCORSO – La partenza della corsa competitiva di 10 km è prevista per le ore 10.00 del 25 novembre, in via Guglielmo Massaia 31, presso i locali della CNA, dove verrà allestito il “Villaggio degli atleti” e dove si concluderà il percorso della gara. In ogni caso la 27esima edizione di “Corri alla Garbatella” conferma il percorso delle ultime gare con il doppio giro di 5 km, in senso antiorario, che percorre i più suggestivi angoli del quartiere. Si parte da via Massaia per poi proseguire su piazza Geremia Bonomelli, via Francesco Orazio da Pennabilli, piazza Marco da Tomba, via Padre Reginaldo Giuliani, circonvallazione Ostiense (lungo la complanare), piazza Giovanni da Lucca, via Stanislao Carcereri, via Giovanni Maria Percoto, piazza Michele da Carbonara, via Ignazio Persico, via Caffaro, circonvallazione Ostiense, ponte Settimia Spizzichino in entrambe le direzioni, via Giacinto Pullino, piazza Augusto Albini, via G.B. Licata, via Edgardo Ferrati, via Fincati, via Alberto Guglielmotti, piazza Benedetto Brin, via delle Sette Chiese (contromano), largo delle Sette Chiese, via Nicolò Odero, via Francesco Passino, piazza Damiano Sauli, via Giacomo Rho, piazza Giovanni da Triora, via Cristoforo Borri, via delle Sette Chiese, via Filippo Tolli, via Alessandra Macinghi Strozzi, piazza Oderico da Pordenone, e si ritorna su viale Guglielmo Massaia. L’appuntamento per i residenti e per tutti coloro che sono interessati a osservare la gara è lungo queste vie, tra gli scorci più affascinanti dello storico quartiere.

PER I BAMBINI – Anche quest’anno è stata riproposta la gara di 650 metri dedicata ai più piccoli (fino a 10 anni). Quest’anno ogni bambino all’atto dell’iscrizione presenterà un proprio elaborato, un pensiero che esprima, con poche ma significative parole, cosa lo spinga a partecipare alla Corsa della Garbatella. L’elaborato o il disegno considerato più significativo verrà poi premiato a febbraio prossimo, durante i festeggiamenti per i 99 anni del quartiere.

LE PARTNERSHIP – Anche quest’anno gli organizzatori della Corsa hanno rinnovato la collaborazione con la Lega Italiana Fibrosi Cistica. L’associazione persegue finalità di solidarietà sociale, civile e culturale nel campo dell’assistenza socio-sanitaria e della ricerca scientifica a favore dei soggetti affetti da fibrosi cistica e delle loro famiglie. Inoltre si è rinnovata la partnership con l’Associazione AMAR e L’INDIA con sede alla Garbatella che aiuta da anni i bambini di una delle parti rurali più povere dell’India

I TESTIMONIAL – Madrine d’eccezione per la gara la ex consigliera comunale Imma Battaglia e la nota attrice Eva Grimaldi, residenti d’adozione del quartiere che seguiranno gli atleti duranti le varie fasi della corsa. “Come testimonial della manifestazione abbiamo chiamato Sergio Agnolli, l’atleta ultra novantenne soprannominato il “keniano bianco” per il suo stile di corsa che ricorda quello dei corridori africani – – racconta Walter Graziani, presidente dell’Associazione Rione Garbatella – Tra il popolo dei runner, rimane senza dubbio uno dei rappresentanti più ammirati. Proprio nelle settimane antecedenti la gara è entrato nelle scuole ed ha parlato ai bambini dell’importanza della pratica sportiva nella vita”. Inoltre mascotte di questa edizione sarà Sara Vargetto, una bambina di dieci anni dal bellissimo e contagioso sorriso. “Domenica 25 Novembre, accanto a Sara ci sarà tutta la Garbatella a fare il tifo per il suo coraggio – aggiunge Graziani – Sara, vive vicino Roma, a Ciampino. È affetta da AIG, artrite idiopatica giovanile, con la quale si misura da anni, scendendo in guerra e combattendo a colpi di palestra, nuoto, pallacanestro, terapie e soprattutto con una irriducibile gioia di vivere”. Sara correrà la gara e a lei è stato destinato il pettorale numero ‘1’.

DAL MUNICIPIO VIII – L’evento sportivo ha avuto anche il patrocino del Municipio VIII. Il minisindaco Amedeo Ciaccheri è infatti intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione della gara: “Per me è emozionante patrocinare un evento sportivo che ho conosciuto prima come cittadino, poi come consigliere municipale e oggi come Presidente ha valore particolare – ha dichiarato Ciaccheri – La Garbatella si appresta a compiere 100 anni. Lo fa con lo spirito di un quartiere che non vuole essere un museo, ma che vuole conservare la sua identità popolare. C’è chi ha trasportato questa identità nel corso del tempo, come con questa corsa la cui organizzazione passa di generazione in generazione”.

Andrea Calandra