Home Municipi Municipio VIII

Gli Europei di Nuoto riportano la speranza per il Polo di Valco S. Paolo

SHARE

Tratto da Urlo n.174 Dicembre 2019

VALCO SAN PAOLO – L’occasione per ottenere finalmente la riapertura del Polo Natatorio di Valco San Paolo potrebbe essere l’assegnazione alla Capitale dell’organizzazione degli Europei di Nuoto del 2022. La struttura, realizzata all’epoca per i Mondiali del 2009, è rimasta in funzione per un solo mese (per gli allenamenti degli atleti) prima di chiudere per problemi strutturali. Da quel momento sono partite delle inchieste giudiziarie e il Polo è rimasto bloccato e controllato a vista da un servizio di guardiania privato pagato dalla FIN (Federazione Italiana Nuoto).

Nel luglio scorso, quando ancora non era certa l’assegnazione degli Europei, la Sindaca Raggi aveva sottolineato come la concentrazione del Comune, più che sul recupero delle Vele di Calatrava, sarebbe stata diretta alla riapertura del Polo di Valco San Paolo. Un’affermazione colta immediatamente dal Presidente della FIN, Paolo Barelli, che aveva parlato della necessità, in circa un anno, di arrivare alla riapertura della struttura.

Ora, con l’indicazione di Roma come organizzatore della manifestazione sportiva, che si terrà dall’11 al 21 agosto del 2022, si può tornare a sperare sul futuro del Polo Natatorio. Ciò perché, come espresso già in diverse occasioni, l’intento della FIN per questo evento è quello di non costruire nessun nuovo impianto, ma bensì valorizzare e utilizzare le strutture nella Città Metropolitana e nella Regione già esistenti. Quindi, tra gli impianti che saranno utilizzati per gli allenamenti, oltre ai centri federali di Pietralata e Ostia e gli impianti dedicati ai tuffi all’Acquacetosa, c’è anche il Polo Natatorio di Valco San Paolo, considerato, si legge sul sito della FIN, “in via di ripristino”. “È necessario che si apra una interlocuzione urgente tra tutte le istituzioni per recuperare quella struttura, programmando immediatamente gli interventi da mettere in cantiere – commenta il minisindaco del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri – Abbiamo già raccolto la disponibilità della Regione Lazio a farsi parte attiva in questo percorso di promozione dei grandi eventi sportivi, in particolare sull’impiantistica. Non resta che partire subito con il piano di recupero”.

LeMa