Home Rubriche Sport locale

La Roma ospita il Pescara per il riscatto – Esame di maturità a Palermo per la Lazio

SHARE
Luciano Spalletti

Per Roma e Lazio è arrivato il momento di fare sul serio

I giallorossi sono attesi ad un pronto riscatto dopo il Ko di Bergamo che ha lasciato non poche perplessità sulla reale maturità di un gruppo che, chiamato a resistere alla fuga della Juventus, racimola un punto in due trasferte a Empoli e Bergamo. La Lazio sembra aver trovato la giusta quadratura e si candida per un posto nell’Europa che conta. Inzaghi vola basso, ma il sogno dei biancocelesti resta la Champions League e con la giusta continuità di risultati la strada potrebbe non rivelarsi troppo ardua, come ammettano anche gli analisti di scommesse online del sito Bet365.

Il cammino della Lazio verso l’Europa passa da Palermo. Nella 14ª giornata, i biancocelesti fanno visita ad un squadra rosanero in crisi di risultati e tristemente avviato verso l’ennesima retrocessione. A De Zerbi non basta aver trovato in Nestorovski quel bomber tanto desiderato: la rosa ha evidenti carenze e la sconfitta di Bologna ha evidenziato tutte le debolezze di un gruppo che non ha saputo reggere alla reazione dei bolognesi dopo il vantaggio dell’attaccante macedone. Palermo rievoca anche un piacevole ricordo per Simone Inzaghi, che lo scorso anno debuttò sulla panchina biancoceleste proprio nel capoluogo siciliano, dove ottenne una larga vittoria per 3-0 grazie alle reti di Klose (doppietta) e Felipe Anderson. In generale, nei 25 precedenti tra le due formazioni a Palermo, 13 vittorie rosanero, 6 vittorie laziali e 6 pareggi. L’ultima vittoria dei siciliani risale al 2011/2012 con un sontuoso 5-1 che a oggi è la vittoria più larga ottenuta dal Palermo sulla Lazio.

Queste le probabili formazioni al Renzo Barbera:

Palermo (4-3-2-1): Posavec; Rispoli, Goldaniga, Andelkovic, Aleesami; Hiljemark, Gazzi, B. Henrique; Sallai, Diamanti; Nestorovski. All.: De Zerbi

Lazio (4-3-3): Strakosha; Basta, Wallace, Radu, Lulic; Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic; Felipe Anderson, Immobile, Keita. All.: Inzaghi

La Roma, dopo la vittoria in Europa League, si prepara ad affrontare una gara di campionato apparentemente facile, ma che in quanto tale nasconde mille insidie. All’Olimpico arriva il Pescara, squadra ultima per risultati ottenuti sul campo e che, dopo un avvio di stagione positivo, ha perso sempre più punti e fiducia nei proprio mezzi. L’ultima partita a punti per gli abruzzesi risale allo scorso 15 ottobre, pareggio 1-1 interno contro la Sampdoria. La squadra di Spalletti deve dal suo canto riscattare immediatamente la sconfitta di Bergamo per tornare ad inseguire la Juventus volata a +7. Fino ad oggi la Roma ha ottenuto 6 vittorie su 6 davanti al proprio pubblico e sicuramente contro il Pescara non vorrà interrompere questa striscia positiva. Nonostante il divario tra le due squadre sia netto, nei 7 precedenti tra le due squadre disputate all’Olimpico, spiccano due trionfi pescaresi, a fronte di due pareggi e tre vittorie dei giallorossi. Nell’ultima partita disputata a Roma, pareggio per 1-1 con le reti siglate da Destro e Caprari.

Queste dovrebbero essere le formazioni in campo:

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Peres, Rudiger, Fazio, Juan Jesus; De Rossi, Strootman; Salah, Nainggolan, Perotti; Dzeko. All.: Spalletti

Pescara (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Zuparic, Fornasier, Biraghi; Brugman, Cristante Memushaj; Benali, Caprari; Bahebeck. All: Oddo

SHARE