Home Municipi Municipio VIII

UN PER-CORSO SULLA FORZA FEMMINILE con il T.S.D. (TaijiQuan Self Defense)

Più che un corso di Autodifesa

SHARE

Al “CheGuevara” nel quartiere della Montagnola e nei parchi limitrofi sulla Cristoforo Colombo, potrebbe capitare di incontrare una decina di ragazze di diverse età che praticano per un paio d’ore il T.S.D., metodo di autodifesa elaborato dal Maestro Gianfranco Pace dell’ITKA . Questo sistema viene proposto in uno spazio “riservato” alle donne per garantire loro la libera espressione del corpo e delle emozioni.
L’obiettivo è quello di acquisire una consapevolezza delle proprie capacità e limiti, per sviluppare sicurezza, coraggio e fiducia in se stesse attraverso l’allenamento di movimenti e di tecniche proprie del TaijiQuan.

E’ per questo che all’insegnante e istruttrice di Kung Fu Taiji, Alessandra Carenza, piace parlare più di per-corso di studio teorico – pratico sulla Forza Femminile, per superare l’idea che le donne siano soggetto debole da difendere, idea che si basa su preconcetti culturali patriarcali, dove la forza è intesa e immaginata solo come quella “dell’aratro che spacca la terra con la sua lama d’acciaio” e non ad esempio rappresentata come l’acqua del Fiume Carsico, che non si ferma nemmeno davanti alla roccia, ma anzi la penetra, fluendo con potenza invincibile dentro e fuori la terra.

Anche Bruce Lee diceva “be water my friends”. Il Taiji Quan (pugno della polarità suprema dello yin e dello yang) arte che rappresenta l’espressione marziale della filosofia taoista, insegna a radicarsi allineando l’asse del corpo “tra cielo e terra”, a essere elastiche e morbide, sensibili all’ascolto e all’altro, ad assorbire e contrattaccare in un gesto solo.
Nelle arti orientali la ricerca della Perfezione fa sì che diventi importante la strada che si percorre, più dell’obbiettivo da raggiungere, così la proposta avanzata nel corso non tende all’apprendimento di qualche tecnica, spesso inutilizzabile all’occorrenza, ma al percorso che parte dalla consapevolezza del proprio “centro” e dello spazio intimo personale, entro il quale ad esempio senza il mio consenso nessuno può “entrare”.

Imparare a prendere forza dalla terra, liberando le tensioni, rimanendo rilassate, naturalmente vigili, pronte a reagire in modo elastico, con un atteggiamento più sicuro di sé e in caso di un eventuale aggressione imparare ad assumere una postura meno da preda e più da “predatore”, come mostra, ad esempio, un qualsiasi felino in natura.

Il Metodo proposto utilizza esercizi chiamati di Condizionamento dove si praticano tecniche di pugno, gomito, calcio e ginocchio oltre alla pratica a coppie del Tui Shou (spinta con le mani) e elementi di Quinna (leve articolari), nel rispetto del modo di muoversi del TaiJiQuan.
Insegnante Alessandra Carenza: ISEF, Tecnico F.I.W.U.K (federazione wushukungfu), Allenatrice ITKA, pratica e insegna le arti marziali interne ed esterne ad adulti e bambini da più di vent’anni.

Tutti i Sabati dalle 11 alle 13. Abbigliamento comodo, guantoni da boxe o mma.
Presso la sede del Che Guevara Roma via Fontanellato 69 (municipio 8 – zona
Montagnola)


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353