Home Rubriche Food & Beverage

Il prossimo weekend a Parma per i 10 anni del Birrificio del Ducato

Due giorni completamente dedicati alla birra artigianale

SHARE

Manca poco alla grande festa di compleanno del Birrificio del Ducato ed è tutto pronto per celebrare a dovere i dieci anni di attività con due giorni completamente dedicati alla birra artigianale. Nel cuore di Parma, all’interno degli spazi del WoPa, ex complesso industriale riconvertito a esclusiva location per eventi culturali e artistici, sabato 8 e domenica 9 aprile si terrà un grande festival dedicato al mondo brassicolo italiano e straniero.

Il Birrificio del Ducato sarà presente con ben 20 spine a disposizione da cui scorreranno le sue migliori creazioni. Ospiti d’onore15 birrifici provenienti da 11 paesi, dentro e fuori i confini europei, e i loro birrai che, con la loro storia ed esperienza, offriranno al pubblico una selezione delle loro birre, oltre ad aneddoti e curiosità sul mondo brassicolo internazionale.

Ospiti delle due giornate saranno: Bakunin (Russia), Brew By Numbers (UK), Beavertown (UK), Brekeriet (Svezia), De Molen(Olanda), Freigeist (Germania), Lindheim (Norvegia), Lervig (Norvegia), Mahrs (Germania), Wild Beer (UK), Oud Beersel(Belgio), Oxbow (USA), Pohjala (Estonia), Thiriez (Francia), Trou du Diable (Canada). 

Saranno disponibili oltre 70 birre artigianali la cui selezione sarà votata alla varietà e all’eccellenza, garantite dai grandi nomi presenti e dall’indiscussa qualità offerta proprio dal Birrificio del Ducato, che negli anni si è distinto nel panorama italiano (e non solo) soprattutto grazie all’estro e alla personalità del suo mastro birraio, Giovanni Campari.

Il birrificio, nel tempo, si è affermato sul mercato nazionale ed estero e la sua eccellente produzione ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Le birre del Ducato, infatti, spiccano per varietà e originalità e sono in grado di accontentare anche i palati più esigenti grazie all’uso dei luppoli selezionati, alle speziature ricercate, agli affinamenti in botte e alle ricette votate alla sperimentazione ma anche alla cura del dettaglio.

Per festeggiare a dovere non mancherà l’occasione di alzare le pinte in ben dieci fragorosi brindisi, cinque al giorno. Ogni due ore, infatti, suonerà una campana e verrà aperto un fusto di birrifici italiani amici la cui birra sarà messa a confronto con una di Ducato nello stesso stile, in una sorta di sfida amichevole. I primi 100 bicchieri saranno offerti al pubblico per festeggiare tutti insieme. I birrifici italiani ospiti dell’evento saranno: Birrificio Italiano, Birrificio Lambrate, Birrificio Pontino, Birra Elvo, Birrificio del Forte, Montegioco, Baladin, Cr/ak, Argo e Foglie d’Erba

All’interno del Festival non ci sarà solo birra artigianale ma anche dell’ottimo street food. Il pubblico verrà infatti deliziato da: Trapizzino, con i suoi famosi triangoli di pizza farciti con condimenti romaneschi; Sbanco, con la sua irresistibile selezione di supplì; Epiro, che soddisferà i palati con crudi di pesce e carne al barbecue; l’Hamburgheria di Eataly con i suoi gustosi hamburger. E molte altre stuzzicanti sorprese sono in arrivo!

Inoltre ci sarà tanta buona musica. Per sabato, infatti, è previsto dj-set con una selezione Ska, Rocksteady Original, Northern/Modern Soul organizzato dai The Souls, mentre domenica sera si terrà il concerto dei Dead Horse Bones, band Hypnotronic Blues. 

L’ingresso al festival è gratuito. Per degustare le birre presenti sarà necessario acquistare il bicchiere celebrativo dell’evento e i gettoni. Il kit avrà un costo di 10 euro e sarà comprensivo di bicchiere, la guida delle birre e di 6 gettoni. Il costo di ogni gettone è di 1 euro.

Birrificio del Ducato, fondato nel 2007 da Giovanni Campari (Mastro Birraio radicale e visionario) e Manuel Piccoli (l’artigiano dei numeri), oggi conta 15 collaboratori e due stabilimenti di produzione: un nuovo stabilimento ad elevato livello tecnologico e un piccolo birrificio con cantina di invecchiamento in botti dove nascono birre sperimentali e innovative. Esporta in 20 paesi il 33% della produzione e con 96 medaglie ottenute nei più prestigiosi concorsi birrai internazionali è il produttore italiano più premiato di tutti i tempi. Nel 2015 ha aperto insieme ad altri soci The Italian Job, il primo pub 100% italiano nel Regno Unito e oggi conta 3 locali a Londra.