Home Rubriche Viaggi

Qualche trucco utile per volare low cost

SHARE
lowcost

Nel bel mezzo della crisi economica è davvero difficile organizzare una vacanza, anche di pochi giorni, complice il prezzo dei voli alle stelle. Ecco qualche dritta per trovare le migliori offerte

L’estate è arrivata, molti sono già in ferie, altri faranno la spola tra mare e casa, altri ancora fanno parte della nutrita schiera di indecisi, spesso a causa di esigue disponibilità economiche. Il prezzo dei voli di certo non aiuta, ma questo potrebbe essere anche il periodo ideale per programmare qualche giorno di relax e risparmiare qualcosa sui biglietti aerei.

Innanzitutto è necessario armarsi di pazienza e iniziare a visionare tutti i siti possibili delle varie compagnie che arrivano alla destinazione prescelta. Le low cost ormai impazzano, ma spesso non ci fanno risparmiare quanto vorremmo. La soluzione, quindi, è avviare un’estenuante ricerca, facilitata da alcuni motori “di settore” come Kayak, Skyscanner, Vola Gratis, Virgilio Viaggi e eDreams. Qui si ha la possibilità in primis di trovare le offerte più convenienti e di risparmiare qualche soldo anche grazie alle combo offerte in pacchetti volo + hotel.

Altro consiglio sarebbe quello di non partire in agosto – se ferie e possibilità ve lo consentono – perché come tutti sanno è il mese clou dell’estate e delle vacanze, in cui i prezzi lievitano a dismisura. Settembre e giugno restano, indubbiamente, i mesi estivi più economici.

Esiste poi un metodo matematico per prenotare i voli e trovare le migliori offerte. Alcuni credono che prenotando con sei mesi di anticipo si possano cogliere i prezzi migliori. In realtà è sbagliato. Prenotare molto prima o molto a ridosso della data di partenza è pressoché la stessa cosa. L’ideale sarebbe prendere i biglietti due mesi prima. Il prezzo, secondo alcuni studi, viene stabilito attraverso degli algoritmi che iniziano ad agire da 100 giorni prima della data prescelta, fino a 10 giorni prima, periodo nel quale i prezzi hanno una flessione verso il basso. Ovvio che, una volta finite le tariffe scontate, i prezzi risalgono e si resta a bocca asciutta.

Altro consiglio scontato, ma utile, è quello di evitare di prenotare voli per il weekend. In questi giorni della settimana, infatti, i prezzi salgono. Stesso discorso, se si ha la massima libertà di fare programmi, sarebbe nel pianificare anche dove atterrare. Infatti si possono trovare delle soluzioni alternative alla meta prescelta, andando in una città vicina e poi prendendo un altro mezzo di collegamento. Oppure provare a prendere, invece che un diretto, due o più voli che portino a destinazione. Dipende da quanto la volontà di risparmiare sia forte rispetto a quella di viaggiare comodi.

Occhio anche alle promozioni che, di tanto in tanto, escono sui siti delle compagnie aeree. Il martedì, statisticamente, è il giorno migliore per monitorare, mentre il mercoledì sembra sia essere il giorno con maggiori possibilità di cogliere un prezzo scontato.

Altro piccolo metodo per risparmia pochi euro è avere una carta di debito (come la Postepay). Prenotare un volo con essa, con alcune compagnie, risulta essere più vantaggioso che con una carta di credito.

Ultimi consigli utili al viaggiatore low cost: evitate le assicurazioni, evitate di sforare le dimensioni o il peso del bagaglio (che possono far lievitare il prezzo, e di molto), siate duttili e adattabili, pazientate nel trovare l’offerta migliore ma non troppo. Anche in questo caso – anzi, soprattutto in questo caso! – chi tardi arriva male alloggia.

Serena Savelli