Home Rubriche City Tips

Vigamus, Il Museo del Videogioco

Un viaggio nella storia del videogioco

SHARE

A Roma, via Sabotino 4, nelle vicinanze della fermata della Metro A Lepanto, si trova il Vigamus, il primo Museo del Videogioco in Italia. Gestita dall’omonima fondazione, la struttura è nata nel 2013 ed è un luogo dove viene raccontata la storia del videogioco attraverso percorsi tematici interattivi. Dalle origini degli anni 50 ai capolavori della Golden Age, fino ad arrivare alle ultime tecnologie. Un luogo ricco di divertimento adatto a grandi e piccini.

All’interno della struttura si potranno scoprire miti e misteri dei videogiochi e conoscere la storia dei creatori. Dai classici del passato, con speciali corner dedicati al mito di Pac-Man e di Space Invaders, ai pezzi unici donati dalle star del settore, come i Master Disk di Doom, e l’area tematica “The World of Goichi Suda”.

All’interno del museo è presente la mostra E.T. The Falls: I Tesori Sepolti di Atari con le cartucce e i reperti di Atari rinvenuti dagli scavi del New Mexico, donati in anteprima mondiale al Vigamus.
Nella struttura è possibile ovviamente giocare a moltissimi e famosi giochi: dai titoli intramontabili della Golden Age, ai re delle sale da gioco, Street Fighter II, Metal Slug, King of Fighter, Tekken Tag Tournament 2 Unlimited.

Nella Oculus Room – powered by Asus, dedicata al rivoluzionario oculus rift, i visitatori potranno indossare il visore ed immergersi nel mondo della realtà virtuale osservandolo con gli occhi del protagonista del videogioco come mai fatto prima d’ora.

Massimiliano Liverotti