Home Senza categoria

EUR: si avvicina il Gran Premio delle auto elettriche

Il circuito immaginato nel pentagono: 2,8 Km con 19 curve, il villaggio degli atleti nella Nuvola e i box sotto il Palazzo dei Congressi

SHARE
eur copertina 134

IL VERTICE – Proseguono gli incontri tra il Campidoglio e i vertici della Formula-E-Championship. L’obiettivo è quello di presentare il circuito romano nel Campionato 2018/2019. A quanto si apprende il 6 febbraio la Sindaca, l’Assessore Frongia e il Presidente dell’Aula De Vito, hanno incontrato Roberto Diacetti di Eur Spa e Alejandro Agag direttore della Fia, la Formula-E-Championship per definire meglio un accordo che potrebbe essere siglato già nelle prossime settimane. La Capitale e l’Eur potrebbero quindi rientrare nel circuito degli E-Prix direttamente dalla prossima stagione (2018/2019).

IL PERCORSO IMMAGINATO – Nell’idea progettuale la Nuvola potrebbe diventare il villaggio degli atleti, il podio per le premiazioni sarà installato in Piazza Marconi, mentre nell’area del Palazzo dei Congressi dovrebbero essere allestiti i box. Quello immaginato è un tracciato di 2,8 Km con 19 curve. Il percorso dovrebbe avere la partenza su via Cristoforo Colombo, all’altezza di Viale Asia in direzione del laghetto. Dopo un breve rettilineo si profila subito una curva ad U che riporterà i piloti su via Colombo in direzione centro, prima di svoltare a destra su viale Asia, per poi proseguire su via Stendhal e via Montaigne, entrando poi in piazza John Fitzgerald Kennedy dove saranno allestiti i box. La corsa continua poi su Viale della Pittura e in discesa su Viale dell’industria costeggiando il Luneur Park. Un breve passaggio su via delle tre Fontane sotto il cavalcavia della Colombo, prima di proseguire in salita su Viale dell’Agricoltura all’interno del Parco del Ninfeo. I piloti imboccheranno poi via Ciro il Grande, proprio sotto il Salone delle Fontane e la sede di Eur Spa, per poi tornare su via Cristoforo Colombo e chiudere l’anello passando per Viale della Civiltà del Lavoro, lasciandosi alle spalle il Colosseo Quadrato. Sempre all’interno del progetto ci sarebbero anche quattro ponti pedonali che attraversano il circuito all’altezza del Palazzo dei Congressi, di viale dell’Industria, di viale dell’Agricoltura e di viale della Civiltà del Lavoro.

IL RITORNO PER IL QUARTIERE E LA CAPITALE – Le due settimane necessarie per l’allestimento del circuito, dei box, delle tribune e dei ponti pedonali potrebbero valere al quadrante il rifacimento del manto stradale, probabilmente limitato ai viali interessati dal circuito. Allo stesso modo la chiusura di un’importante tratto di via Colombo dovrà prevedere un adeguato aumento del servizio di trasporto pubblico. Altra partita si giocherà sugli sponsor del Campionato, con Enel che potrebbe riversare sulla Capitale investimenti sulle infrastrutture per il trasporto elettrico.

DAL MUNICIPIO IX – A quanto riportato da Repubblica l’Assessore Frongia ha dichiarato di aver intrapreso un percorso partendo dal Municipio IX discutendo di questa possibilità con consiglieri e assessori sia municipali che capitolini. Un percorso di condivisione dovrà essere sicuramente portato avanti anche con i residenti del quartiere e delle zone limitrofe, che già in passato avevano espresso la loro contrarietà ad ospitare una gara automobilistica all’interno del pentagono.

Leonardo Mancini