Home Senza categoria

Golden Globe Awards 2011

SHARE

La notte del Golden Globe Awards rappresenta un’occasione per dare un’occhiata alle nuove collezioni dei coutouriers.
Ecco qui i due migliori e i due peggiori abiti della serata, escludendo a priori la moglie di Tim Burton, Helena Bonham Carter che, con il suo Vivienne Westwood, non si è forse resa conto che il suo abito sarebbe stato più adatto ad una giornata a Camden Lock. Per quanto riguarda la scelta delle scarpe in colori diversi (entrambe in raso, ma la sinistra rossa e la destra verdone) c’è ben poco da dire.

Tra le bellezze intramontabili, prima fra tutte va menzionata la sei volte mamma Angelina Jolie che, per la grande occasione, ha optato per un lungo
e sontuoso abito verde smeraldo in paillettes di Atelier Versace.
I suoi lunghi capelli neri erano sciolti e naturali, il vestito era molto coprente (maniche lunghe) e dunque non c’è stato bisogno di arricchirsi con gioielli.
La seconda attrice ci colpisce sempre, non solo per gli splendidi abiti che sceglie di indossare, ma anche per quella sua aria un po’ spocchiosa e disinibita che si distingue
dal perbenismo hollywoodiano. Questa particolarità è rafforzata dal suo avambraccio tatuato sempre esposto, come se volesse continuare a comunicarci l’intramontabile stile e l’unicità dell’eleganza della diva per eccellenza: Marilyn Monroe.
Tatuaggi esclusi, si sta parlando di Megan Fox che, con il suo abito Giorgio Armani Privé rosa pastello monospalla con bustino in paillettes, ha lasciato a bocca aperta un po’ tutti noi…
Ancora una volta.

Per quanto riguarda le cadute di stile troviamo in cima alla classifica un’androgina Tilda Swinton in Jil Sander.
Lo stile “impomatato” dei suoi capelli corti e un po’ Dracula style ci ha un tantino stufati, francamente.
Per non parlare dell’abito: camicia bianca e gonnellone color sabbia, il tutto “abbinato” a décolleté rosa confetto… Perchè fare questi errori? Vedendola con quelle scarpe viene da pensare che l’abbiano costretta ad essere qualcosa che non è soltanto per il piacere di farla sentire un po’ più vicina allo spirito mondano della California. Peccato che questo stile non le calzi affatto bene.
L’ultima star, vincitrice di un Golden Globe ma di certo perdente nella scelta del vestito, è Natalie Portman.
Visibilmente incinta, ha optato per un abito drappeggiato Viktor & Rolf rosa con fiore rosso in cristalli Swarowski che l’ha allargata ben bene di qualche chilo.
Il problema non è tanto il vestito (bellissimo), quanto il fatto non sia adatto al suo fisico: le spalle sono troppo piccole per poter sostenere l’abito da un punto di vista puramente ottico.
In più, nel punto tra la vita e i fianchi sembra che ci sia un errore: é palese agli occhi di tutti il fatto che i suoi fianchi sarebbero ben più stretti se non fossero coperti dalla quantità
eccessiva di tessuto utilizzato per l’abito.

Tra corone cadute e donne in rialzo possiamo dire che una serata importante come quella del Golden Globe Awards rappresenta un ottimo spunto per le nostre scelte di moda durante le serate, magari non fastose come quelle hollywoodiane, ma non per questo meno importanti.

Violetta Sturiale