Home Senza categoria

GP di Roma: firmato l’accordo decennale con Ecclestone

SHARE

Durante una tranquilla domenica prenatalizia, mentre la maggior parte delle persone erano impegnate nella caccia agli ultimi regali, è arrivata la notizia della firma di Bernie Ecclestone sul contratto che legherà la Formula 1 e la città di Roma per 10 anni a partire dal 2012. La Flammini Group aveva, già da tempo, annunciato che entro la fine dell’anno sarebbe arrivato l’accordo ma, ormai, sia i favorevoli che i contrari all’evento, pensavano ad un rinvio della data al 2010. FG Group ha invece mantenuto le promesse e dimostrato di credere fermamente nella possibilità di portare il Circus all’Eur, convinzione peraltro già emersa durante i numerosi incontri con i Comitati di Quartiere. Mentre, appresa la notizia, i cittadini contrari all’iniziativa hanno iniziato un’opera di protesta tramite internet e lettere ai quotidiani.

Per rispondere alle critiche il presidente di FG Group Maurizio Flammini ha rilasciato un’intervista a ‘La Repubblica’ nella quale si è detto entusiasta del raggiungimento dell’accordo nei tempi previsti. ” L’evento porterà uno sviluppo notevole dal punto di vista turistico che coinvolgerà tutta la Regione con un indotto stimato intorno al miliardo di euro l’anno. Inoltre – prosegue Falmmini – riqualificheremo la zona dell’Eur e renderemo la manifestazione interessante anche per i non appassionati di F1. I romani che abitano le zone limitrofe all’area individuata per il circuito possono stare tranquilli, le principali arterie stradali non verranno toccate dal Gran Premio e comunque è prevista un’affluenza di circa 100 mila persone, quanto un Derby calcistico per intenderci: la città di Roma può controllare senza problemi questa affluenza di persone.

A favore dell’evento giocano anche le istituzioni: “Posso testimoniare – conclude Flammini – che le tre istituzioni coinvolte, Regione, Provincia e Comune, stanno facendo un grande lavoro di squadra per rendere possibile questo grande progetto.

Allo stato dei fatti le premesse perché il Gran Premio parta nel 2012 ci sono tutte. Mancano solo da risolvere gli ultimi problemi legati alla burocrazia amministrativa e, soprattutto, rimangono da convincere alcuni dei cittadini dell’Eur che si sono detti contrari all’evento e che, malgrado l’aria di festa, continuano a manifestare il loro dissenso. Anche per questo a gennaio la FG Group proseguirà gli incontri settimanali con i Comitati di Quartiere per un confronto più ampio e per rendere partecipi alla manifestazione gli stessi cittadini.

Simone Brengola