Home Senza categoria

I Mondiali di volley arrivano a Roma

SHARE

Inauguriamo oggi la nuova sezione dedicata al mondo della pallavolo.

Urlo quest’anno ha l’intenzione di seguire la pallavolo. Sarà un anno importante per Roma, prima per i mondiali e poi per una intensa stagione in A1 e coppa Italia per la MRoma neopromossa.
Si sono appena concluse le prime due fasi di questo anomalo mondiale di volley, strutturato con una formula spesso criticata soprattutto dagli addetti ai lavori. Ed ora eccoci arrivati finalmente alla terza fase, la conclusiva, che si svolgerà tra Roma e Firenze e che vede soprattutto il Palalottomatica come protagonista. Il palazetto dell’EUR ospiterà infatti sia 2 gironi dei 4 (tra cui quello con l’Italia) dal 4 al 6 ottobre, sia le semifinali e le finali nel week-end del 9 e 10 ottobre.

  • Come siamo arrivati a Roma e Firenze


Le prime due fasi si sono mostrate come gironi di studio per la maggior parte delle squadre e che hanno visto soprattutto Brasile e Russia (prima e seconda del ranking mondiale) nascondersi e studiare al meglio il calendario per cercare di capitare nel tabellone più facile possibile, atteggiamento che le ha portate addirittura alla decisione di perdere volutamente sul campo una delle loro partite. Scelta fortemente criticata sia dalla federazione mondiale, sia dalle altre squadre, ma soprattutto dal pubblico, che ha dovuto assistere ad alcune partite poco vissute. Buone sensazioni da Cuba, seppur con una squadra forse ancora troppo giovane ed inesperta, ma che ha mostrato soprattutto in una splendida partita contro il Brasile vinta 3 a 2 delle ottime potenzialità. Bene anche Bulgaria e Repubblica Ceca ed una Serbia che trascinata da un grande ed eterno Gerbic può essere ancora una sorpresa per tutti.
L’Italia accede all’ultima fase senza aver perso una sola partita, con un bel gruppo, ma con tanto bisogno di crescere, soprattutto nella continuità, per evitare i grossi cali di testa spesso visti in queste prime partite, cali che non ci si può concedere se si ambisce ad arrivare in alto ed Anastasi (tecnico dell’Italia da 3 anni) ha detto che ora “vuole la finale”.

  • La nostra squadra


Dei nostri giocatori una nota su tutti per Vermiglio, in grande forma e con partite giocate con buona lucidità e visione di gioco, ottima prestaziona soprattutto nella partita contro la Germania giocata nella sua Sicilia. In crescita Mastrangelo che sarà fondamentale nel supporto a muro ed un Fei che ancora non è riuscito a rendere come dovrebbe, ma sempre ben sostituito da Lasko. Buone personalità anche per i due martelli titolari, Savani e Parodi, che iniziano ad essere sempre più incisivi e coscienti delle proprie potenzialità, ben sostituiti anche dal terzo martello Cernich che dimostra di poter ancora lasciare il segno. Brevi ingressi in campo (2 volte incisivi) per l’ultimo martello Ivan Zaytsev, che merita una nostra nota particolare perché arriva diretto dalla MRoma Volley e atleta che ha contribuito di molto al passaggio della squadra romana dalla serie A2 alla massima serie.

  • La fase conclusiva e le date


Questa fase prevede 4 gironi di 3 squadre e passeranno alle semifinali solo le squadre prime di ogni girone, le altre si contenderanno i posti dal 5° al 12°. Il girone italiano è composto da Italia, Francia e USA. La prima partita della nazionale si svolgerà contro gli Usa martedì 5 ottobre ore 21, la seconda mercoledì 6 ottobre ore 21 contro la Francia.

Informazioni:

Biglietti – www.listicket.it
www.volley2010.com
www.mromavolley.net

Luca Serra