Home Senza categoria

Il look di Agyness Deyn

SHARE

E’ vero, noi, donne terrestri, crediamo molto poco alle frasi-clichés pronunciate dalle modelle, del tipo “da piccola ero magrissima, mi chiamavano Olivia”, “un talent scout mi ha vista da McDonald’s e da allora ho iniziato a sfilare”,”mangio quasi tutto e non faccio sport, sono fortunata”.

Nonostante ciò una parte di noi continua a credere che esse abbiano bevuto qualche strano elisir oppure che siano state semplicemente fortunate per aver ricevuto
un affettuoso bacio da parte di Afrodite.

A partire dagli anni ’80 le modelle hanno inziato ad avere un ruolo nuovo nelle riviste di tutto il mondo: non erano più semplicemente delle modelle, bensì delle celebrità, tanto da sostituire le stars hollywoodiane del periodo sulle copertine delle riviste patinate.
Il “promoter” del fenomeno delle super models è attribuito a Gianni Versace, il quale, attraverso gli obiettivi di Steven Meisel e Richard Avedon, rese note quelle che sarebbero diventate le modelle per eccellenza: Linda Evangelista, Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Christy Turlington, Stephanie Seymour, Cindy Crawford, Helena Christensen e la ormai famigerata Kate Moss.
Se Linda Evangelista disse “We don’t wake up for less than $10,000 a day”, “Non ci alziamo dal letto per meno di $10,000 al giorno”, ora le super modelle del momento faranno lo stesso in termini economici, eppure sembra che alcune di esse siano scese dal piedistallo del successo nel momento in cui i riflettori sono spenti.
La freschezza giovanile, lo stile rock e raffinato allo stesso momento sono le prerogative che caratterizzano la super modella/cantante/musicista britannica Agyness Deyn che,
con i suoi 173 centimetri di brio, ha ridato vita alla figura della modella androgina iniziata in tempi decisamente poco recenti da Lesley Hornby, più nota come Twiggy.
Agyness rappresenta la novità, la ventata di qualcosa di nuovo e di originale… E’ per questo che tante ragazze la considerano un vero e proprio esempio di stile.
A cominciare dal basso… Agyness predilige anfibi Dr. Martens, le costosissime e particolari Jeffrey Campell Shoes, ma anche décolletés da urlo.
I suoi abiti sono in fantasia, spesso di stilisti poco noti a cui lei cerca di dare la possibilità di emergere (è anche altruista, ebbene sì).
I suoi leggings sono a righe, floreali e in tonalità decisamente singolari. Le t-shirts che indossa mostrano fieramente frasi-slogan uniche nel loro genere. Una fra tutte rappresentava
il ministro Margaret Thatcher ed una scritta sfrontata: “we are all prostitutes”.
Le giacche indossate Agyness Deyn hanno spesso e volentieri dei volumi molto ampi, in particolare nel punto spalla.
Eppure il suo grande punto di forza è dato da un elemento che la contraddistingue: i capelli. Un giorno viene fotografata con un caschetto corvino. In breve tempo il taglio cambia
totalmente diventando spettinato e biondissimo.
Insomma, magari anche lei non si alzerà dal letto per meno di 10.000 $, ma almeno non avrà il pensiero di doversi pettinare e sembrare perfetta. E’ proprio per questo
che Agyness Deyn è un esempio di stile: perchè non vuole apparire come una modella esemplare e curata nei minimi dettagli, ma semplicemente come una rocker piombata in breve
tempo nel mondo della moda. E così è stato.

Violetta Sturiale