Home Senza categoria

La Virtus Roma schianta Treviso, 100-76

SHARE
romatrev

Grazie alla cura Boniciolli la Lottomatica aggancia finalmente la zona play – off. Fondamentale l’apporto delle panchine, 55 – 11.
Nell’anticipo mattutino della terza giornata del girone di ritorno, la Lottomatica Roma ospita la Benetton Treviso dell’ex Repesa. Boniciolli, senza Datome e Hutson, cerca conferme da un gruppo che, pur vantando 5 vittorie nelle ultime 6 partite, ancora non convince soprattutto sotto il punto di vista caratteriale, come ha ampiamente dimostrato la vittoria di domenica scorsa contro Cremona.
I quintetti iniziali sono: per Boniciolli, Vitali, Jaaber, Winston, Gigli e Crosariol; per Repesa, Hackett, Neal, Rivers, Motiejunas e Nicevic.
Primo quarto che parte a rilento, Treviso si porta sul 2 – 8 ma non riesce completamente nella fuga. L’ingresso di Minard e Giachetti risveglia i padroni di casa che, anche grazie a Jaaber, chiudono il quarto sul 21 – 13. Nella seconda frazione gli equilibri non si spostano e con Dragicevic si arriva fino al +13. Treviso, però, guidata da Neal riesce ad arginare prima e successivamente ricucire il divario, 32 – 31. In chiusura la Virtus riprende a correre e la tripla allo scadere di Giachetti definisce il 38 – 32 con cui si va al riposo. Al rientro dagli spogliatoi la partita definitivamente si accende, con Giachetti e Jaaber da una parte e Rivers dall’altra. Si chiude 60 – 56. Gli ultimi dieci minuti finiscono con un parziale di 40 – 20, Roma è brava questa volta a rimanere in partita fino al termine. 100 – 76.
Dal sito ufficiale la dichiarazione di Boniciolli: “Sono soddisfatto di questa vittoria se rappresenta la fine di un ciclo di reciproca conoscenza fra me e i giocatori e l´inizio di un cammino che dobbiamo proseguire seguendo questa linea. Non sono soddisfatto se la vittoria viene vista come una scusa per adagiarsi. Ora sta alla mia capacità a spingere sui giocatori e alla capacità dei giocatori di non sedersi. Giachetti è stato determinante per questa vittoria, così come Minard, Dragicevic e Jaaber hanno fatto ottime cose. Ma tutti, nel loro piccolo, hanno dato un contributo, anche Tonolli, De La Fuente e Touré che ci hanno aiutato nelle rotazioni. Con questo roster, questo deve essere il nostro sistema di gioco e ogni giocatore deve poter accettare anche un minutaggio inferiore per il bene della squadra. Non dimentichiamoci che abbiamo vinto senza un giocatore fondamentale per noi: oggi prima della gara, quando in spogliatoio ho detto che avremmo giocato senza Andre, è sceso il gelo. Ma poi una volta in campo, con l´energia e il contropiede abbiamo sopperito all´assenza di Hutson. Ci sono ancora errori che possiamo evitare, dobbiamo continuare a lavorare, sfruttando questa settimana in vista del match con Avellino, dove non sarà affatto facile, e sfruttare la settimana di pausa in cui faremo un torneo, per consolidare la nostra crescita, recuperare gli infortunati e sviluppare il nostro sistema offensivo e difensivo”.
La prossima partita si giocherà domenica 14 febbraio, al Pala del Mauro, ancora nell’anticipo di mezzogiorno, contro l’Air Avellino.

Lottomatica Virtus Roma – Benetton Treviso 100 – 76 (21 – 13; 38 – 32; 60 – 56)
Roma: Giachetti 9, Gigli 12, Jaaber 22, Tonolli, Toure, Crosariol 6, Dragicevic 23, De La Fuente, Winston 2, Minard 23, Di Pasquale, Vitali 3.
All. Boniciolli
Treviso: De Nicolao, Kus 5, Fabi ne, Hukic ne, Rivers 21, Nicevic 2, Motiejunas 11, Hackett 8, Neal 23, Gentile, Wallace 6, Quarisa ne.
All. Repesa
Arbitri: Fabio Facchini, Gianluca Mattioli, Evangelista Caiazza
Andrea Falaschi