Home Senza categoria

Sezioni interne

SHARE

Nello studio di Yuko&Biba quadri e oggetti che hanno storie da raccontare.

Fino al 20 aprile, in viale Glorioso 18,  lo showroom di Yuko&Biba, marchio romano nato nel 2001, propone un interessante accostamento tra le borse ed accessori della casa e i quadri di Paki Meduri, artista poliedrico, (spazia dalla pittura, alla musica, alla realizzazione di scenografie teatrali), nato a Salerno nel 1972 ma attivo da ormai quindici anni nella nostra città, dove ha esposto in numerose gallerie e locali quali Extra ArtCafè, Galleria Officina 14, Galleria Sala 1, Goa, Bush, Rialto, La Maison, La Palma.

“Sezioni interne”, esposizione curata da Elisabetta Pisu e Giampietro Preziosa, propone alcune tele rappresentative di Meduri. Gambe di donne sedute, in piedi, ginocchia sanguinanti, dettagli sui quali si focalizza l’attenzione dell’autore; particolari anatomici che sembrano quasi non appartenere ad esseri umani, come se fossero entità a sé stanti, apparentemente inerti, forse. Nascondono invece sentimenti, emozioni, racchiudono una infinità di storie, tutte quelle che lo spettatore può immaginare. Questo gioco di creazione di una storia partendo dal particolare è sviluppato soprattutto nelle opere nelle quali l’artista sperimenta materiali differenti, operando su più livelli con l’ausilio di carta lucida su plexiglass. Le planimetrie e le mappe che vediamo sullo sfondo fanno da scenario alle vicende delle gambe femminili disegnate nel livello superiore.

Sperimentazione di materiali che ritroviamo anche nelle borse e negli accessori di Yuko&Biba, pezzi unici realizzati applicando pellicola cinematografica 35mm sul pellame, ottenendo un effetto di grande fascino, quasi magnetico; borse che non solo raccontano le vicende della proprietaria attraverso gli oggetti personali custoditi, ma anche storie che possono appartenere a tutti impresse sulle pellicole che le attraversano.

Filippo Ferrari Bellisario