Home Senza categoria

Dagli USA arriva lo specchio che consiglia come vestirsi

SHARE

Una rivoluzione nel mondo dello shopping per non essere mai più soli nella scelta dell’abbigliamento.

Forse non è ancora annoverata a pieno titolo fra le fobie e i disturbi della personalità, ma la “paranoia da camerino” è una dura realtà. Quante volte, costretti a comprare qualcosa all’ultimo minuto per un appuntamento importante o improvvisamente attratti da un capo d’abbigliamento in una vetrina, ci è capitato di inveire per l’assenza di qualcuno che ci consigli sul colore di una maglietta o sulla vestibilità di un paio di jeans? E quante, soli di fronte a scelte da far arrossire Amleto, abbiamo consultato uno specchio che è rimasto muto a fissarci senza saperci aiutare, insultandolo, colti da una crisi degna della miglior strega di Biancaneve con la superficie riflettente delle sue brame? Tra un po’ tutto questo sarà solo un brutto ricordo.

Cominciate a prepararvi alla rivoluzione dei camerini e a ringraziare i soliti cervelloni americani. Seguendo un trend già ribattezzato come “social retailing”, che vede le nuove tecnologie sempre più attente al mondo del marketing, la società nordamericana IconNicholson ha infatti lanciato un’invenzione destinata a rivoluzionare l’universo dello shopping. L’hanno chiamato “Magic Mirror”, probabilmente dopo aver esaurito tutta la loro scorta di originalità nell’ideare il prodigioso marchingegno, e per ora è stato installato in via sperimentale nel grande magazzino newyorkese Bloomingdale’s. In sostanza, si tratta di uno specchio ipertecnologico dotato di una webcam capace di inviare l’immagine riflessa al sito Internet “Shoptogether.com” a cui amici e look consulent di fiducia potranno collegarsi per emettere i loro verdetti, visualizzati in tempo reale sullo specchio stesso. E se l’amico in questione non è a casa perché, ingrato, ritiene che le vostre paturnie modaiole non valgano una giornata passata ad arrossarsi gli occhi davanti al PC, non preoccupatevi, potrete tampinarlo raggiungendolo, via infrarossi, su cellulari e palmari. La moda entra così nel regno dei “social network” che, guidati da siti come MySpace, Friendster o Facebook, si stanno affermando come la nuova frontiera della Rete e permettono agli utenti di condividere qualunque cosa: opinioni, musica, foto e, da adesso, consigli più o meno spassionati sull’abbigliamento.Ma non finisce qui. Gli americani, che sono forse l’unica popolazione più pigra di noi, sono andati oltre cercando rimedio a quella frequente indolenza che coglie quando, soprattutto d’inverno, oppressi da strati e strati di abbigliamento, proprio non si ha voglia di spogliarsi per provare un capo di vestiario. Lo specchio magico offre, in questi drammatici frangenti, la possibilità di sovrapporre l’immagine del capo scelto alla nostra, così da farci un’idea del fitting dell’abito senza nemmeno doverci togliere il cappotto. E se poi il risultato non dovesse essere di nostro gradimento, grazie ad un touchscreen potremo conoscere e provare tutte le alternative che il negozio può offrire. Come a dire che tra un po’, con quel bellissimo abito che non riusciremo mai a permetterci, non potremo nemmeno levarci il gusto di farci un giretto, dovendoci accontentare della versione virtuale che ci regalerà il nostro specchio magico. 

S.S.