Home Senza categoria

Virtus Roma: il cambio allenatore non basta

SHARE

Altra sconfitta per la Virtus, 67-73 contro Montepaschi

La Lottomatica Roma, nel giorno dell’esordio del nuovo allenatore Filipovski, perde contro la Montepaschi Siena 67 – 73 e dice definitivamente addio alle Final Eight di Coppa Italia. Filipovski,presentato solo tre giorni prima della partita,non poteva rappresentare di per se l’immediata svolta della stagione. Il nuovo allenatore, infatti, oltre a non aver avuto abbastanza tempo per portare effettive novità, si è trovato subito a dover fare i conti con gli ormai noti problemi: gli americani non incidono (Heytvelt è stato addirittura rilasciato), la squadra non ha un vero punto di riferimento, gli infortunati mancano più del previsto e dal mercato non ci si può aspettare molto avendo ormai un solo visto a disposizione.
I quintetti iniziali sono: per Filipovski, Washington, Dedovic, Smith, Dasic e Crosariol; per Pianigiani, Zisis, Moss, Hairston, Stonerook e Rakovic.
Il primo quarto finisce 22 – 17, dopo un primo allungo senese la Lottomatica si sveglia e spinta da Crosariol e Dasic riesce a recuperare e chiudere in vantaggio. Nella seconda frazione Roma ripresenta le solite difficoltà al tiro ma riesce a mantenersi a contatto con una difesa attenta. Si va al riposo sul 31 – 35.
Al rientro dagli spogliatoi Siena imposta la fuga, i padroni di casa provano timidamente ad opporsi, ma a fine periodo il punteggio è 51 – 62. Gli ultimi dieci minuti, però, Roma cerca disperatamente di ricucire lo strappo e quasi ci riesce; ma sul 63 – 69, a pochi minuti dal termine, un errore di Dedovic apre la strada alla vittoria degli avversari. La partita finisce 67 – 73.
Dal sito ufficiale il commento di Filipovski a fine partita: “Congratulazioni a Siena che ha giocato un basket migliore del nostro. Una delle chiavi principali del gioco è stato il ritmo di Siena che noi non siamo riusciti a seguire. Il loro correre e il loro gioco veloce ci hanno creato problemi così come le loro rotazioni. Posso comunque dire che i miei giocatori hanno dato il loro meglio. Con quattro allenamenti alle spalle sono ancora nella fase di lettura delle situazioni e non è facile introdurre tanti cambiamenti. Ci sono sicuramente mancati i giocatori infortunati che ci avrebbero aiutato nelle rotazioni, ci stiamo allenando con diversi juniores ma spero presto arriveremo ad una situazione di normalità. Voglio ringraziare i tifosi per il grande supporto che ci hanno dato. E´ stato bello sentire il loro calore e spero ci aiuteranno in ogni gara e che possano essere il nostro sesto uomo in campo”.
La prossima partita di campionato sarà domenica 23 gennaio a Brindisi, contro l’Enel; mentre in Eurolega, si giocherà al Palalottomatica, giovedì 23 gennaio, la prima partita delle Top16, contro l’Olimpia Lubiana.

Andrea Falaschi