Home Senza categoria

Virtus Roma in volata: battuta Milano 64 – 66

SHARE
roma - milano

Nel noiosissimo anticipo di mezzogiorno della dodicesima giornata di campionato la Lottomatica Roma vince in trasferta sul campo dell’Armani Jeans Milano e raggiunge, così, Montergranaro al sesto posto in classifica.
I quintetti iniziali sono: per Bucchi, Becirovic, Mordente, Maciulis, Hall e Rocca; per Boniciolli, Vitali, Jaaber, Winston, Gigli e Crosariol.
Neanche il tempo di iniziare e Boniciolli perde Hutson: il lungo americano, infatti, dopo il riscaldamento è costretto allo stop per il riacutizzarsi dei problemi alla tibia. Milano, guidata dal duo Rocca – Mordente si impone subito con un parziale di 7 – 2. Roma non solo non riesce ad arginare il gioco in velocità dei padroni di casa ma ha anche serie difficoltà in attacco. Il quarto si chiude su un desolante 21 – 8. Il secondo periodo si apre con un nuovo parziale dell’Armani: 5 – 0. Boniciolli, quindi, si vede costretto a chiamare subito time out. L’inerzia della partita cambia. Milano con l’ingresso di Finley diventa lenta e macchinosa mentre Roma, guidata da Giachetti e Dragicevic, ritrova la via del canestro. Si va al riposo sul 33 – 35. Al rientro dagli spogliatoi è sempre Roma a guidare i giochi anche se non riesce a chiudere la partita. Finisce 48 – 53. Gli ultimi dieci minuti sono caratterizzati da numerosi errori da una parte e dall’altra. L’Armani rientra, a 11 secondi con Mordente è 62 – 63, ma non completa l’opera. Finisce 64 – 66. Roma continua a rosicchiare punti in ottica play off mentre Milano vede sempre più lontano il secondo posto.
Dal sito ufficiale la dichiarazione di Boniciolli: “Come capita spesso in queste gare, verrebbe da dire che è stata una gara da playoff ma in realtà secondo me è stata una partita brutta per molti motivi. Milano è ormai menomata nel suo organico, in più noi solo durante il riscaldamento abbiamo saputo che Hutson stava di nuovo male e non sarebbe riuscito a giocare, così abbiamo giocato con un solo americano e tre comunitari. Oltre a venirci a mancare molto internamente con l´assenza di Hutson, abbiamo iniziato contratti, intimoriti dalle nostre responsabilità. Ma sono orgoglioso, perché dopo un inizio di gara drammatico ci siamo tirati su con quello che meglio ci riesce, con la difesa, con l´energia difensiva e qualche contropiede. Le difficoltà strutturali di Milano ci hanno aiutato a vincere una partita per noi molto importante: primo perché vincere a Milano è sempre importante, poi perché tre mesi fa quando sono arrivato eravamo a due punti dalla lega due e ora, con questa vittoria e la sconfitta ieri di Avellino siamo tranquillamente nei playoff, che era l´obiettivo che mi è stato dato appena sono arrivato. Ma non sarei sincero se dicessi che sono soddisfatto di questo obiettivo raggiunto. Questo roster, questa società, meritano di più di un settimo posto a fine regular season e l´ingresso ai playoff. Se ci nascondessimo dietro questo obiettivo non sarei sincero. Noi giochiamo per lo scudetto. Se ci riusciamo, avremo fatto bene, sennò bisognerà individuare i limiti e le cose che da migliorare”.
La prossima partita si giocherà sabato 8 maggio, al PalaLottomatica, contro la Canadian Solar Bologna.

Armani Jeans Milano – Lottomatica Virtus Roma 64 – 66 (21 – 8; 33 – 35; 48 – 53)
Milano: Mancinelli 9, Hall 3, Maciulis 6, Mordente 16, Finley, Bulleri, Rocca 16, Ianes ne, Viggiano 10, Becirovic 4.
All. Bucchi
Roma: Giachetti 15, Gigli 6, Jaaber 5, Datome 6, Dragicevic 11, Crosariol 1, Tonolli ne, Tourè ne, De la Fuente 1, Winston 13, Vitali 8, Hutson ne.
All. Boniciolli
Arbitri: Carmelo Paternicò, Gianluca Mattioli, Saverio Lanzarini

Andrea Falaschi