Home Senza categoria

Virtus Roma: la vittoria non basta, Eurolega finita

SHARE
virtus - lubiana

Nonostante il 69 – 48 finale, la Lottomatica viene eliminata dalla competizione a causa della differenza canestri sfavorevole con il Maroussi.
L’ultima giornata del girone di qualificazione alle Top16, vede la Virtus Roma impegnata, al PalaLottomatica, contro l’Olimpia Lubiana. La squadra di coach Boniciolli, oltre ad essere costretta a vincere, per qualificarsi, ha bisogno della sconfitta del Maroussi (quarto a pari punti ma con la differenza canestri a favore). Ancora assenti Tonolli e De La Fuente.
I quintetti iniziali sono: per Boniciolli, Jaaber, Minard, Winston, Gigli e Crosariol; per Zdovc, Ozbolt, Djordjevic, Walsh, Bavcic e Vidmar.
Da subito si intuisce il peso della sfida per le due squadre: la Lottomatica trova canestri ben costruiti ed è concentrata in difesa, mentre Lubiana fatica a giocare. Il primo quarto si chiude 13 – 5 ma i primi punti degli ospiti arrivano solo dopo 8 minuti. La partita è piuttosto noiosa, giocata a ritmi bassi e con numerosi errori da entrambe le squadre. Si va al riposo sul 28 – 15, Roma ritrova un Jaaber volenteroso ma non ha nulla da Hutson che sembra essere sempre più fuori dai giochi. Al rientro dagli spogliatoi cambia poco o nulla, la Virtus scappa grazie anche al rientrante Datome che sta finalmente recuperando dai diversi infortuni di questa prima parte di stagione. La terza frazione finisce 49 – 28. Negli ultimi dieci minuti cala, naturalmente, la tensione e Lubiana tenta il recupero, a metà quarto è 49 – 38. Poi i ragazzi di Boniciolli, spinti da Jaaber, riprendono a giocare e chiudono facilmente sul 69 – 48. L’unica vittoria nel girone di ritorno non porta nulla di buono a Roma che, infatti, non si qualifica per le Top16 a causa della contemporanea vittoria del Maroussi contro il Maccabi.
La mancata qualificazione alla fase successiva di Eurolega è innegabilmente un peccato per tanti motivi, non ultimo quello economico. La Lottomatica, però, sta dimostrando di essere una squadra in crescita ed avrà, adesso, il tempo di poter sistemare ciò che ancora non va, tra cui le altalenanti prestazioni di alcuni giocatori, su tutti Jaaber e Hutson.
Dal sito ufficiale della Virtus, la dichiarazione del dopo partita di Boniciolli. “Ci dispiace naturalmente non esserci qualificati, ma siamo usciti da questa Eurolega producendo un basket migliore rispetto a prima. Non potevamo sperare di passare per meriti o demeriti di altri. Evidentemente non abbiamo meritato questa qualificazione. Però ho visto i ragazzi più che delusi incazzati. Spero che da questa incazzatura possa venire fuori ancora più forza e voglia di lavorare durante la settimana per migliorare individualmente e collettivamente e arrivare così a fine stagione pronti per competere al meglio. Ma già oggi la squadra ha giocato un basket migliore, con più certezze difensive, con una maggiore capacità di recuperare nei momenti di difficoltà, e questo è un segno di crescita mentale. La nostra attenzione ora si sposta alla gara di domenica a Bologna: sarà un importante banco di prova contro una squadra che è più forte di noi mentalmente. Dobbiamo uscire dalla Futurshow Station con la consapevolezza di aver giocato ancora meglio di stasera e quindi fare un altro importante passo verso la crescita”.
La prossima partita di campionato sarà domenica 17 gennaio a Bologna, contro la Canadian Solar.

Lottomatica Virtus Roma – Union Olimpija Lubiana 69 – 48 (13 – 5; 28 – 15; 49 – 28)
Roma: Giachetti, Gigli 4, Jaaber 23, Hutson, Toure 2, Crosariol 5, Datome 10, Winston 7, Casale ne, Minard 11, D’Alessio 1, Vitali 6.
All. Boniciolli
Lubiana: Sutulovic ne, Klobucar 4, Bavcic, Djordjevic 6, Kikowski 3, Aleksandrov 2, Vidmar 8, Millage 6, Slokar ne, Golubovic 7, Ozbolt 5, Walsh 7.
All. Zdovc
Arbitri: Dani Hierrezuelo (Esp), Robert Vyklicky (Cze), Robert Lottermoser (Ger)

Andrea Falaschi

SHARE