Home Senza categoria

Virtus Roma: persa partita, stagione ed Eurolega

SHARE
virtus - pesaro

La Lottomatica perde al PalaEstra 83 – 73, una partita che avrebbe potuto tranquillamente vincere e vede, così, svanire play off ed Eurolega.

Tutto questo, però, non dipende dalla sola sconfitta con Siena (seppur in evidente appanno e facilmente battibile) ma da una stagione folle culminata nel più prevedibile dei modi.

 

I quintetti iniziali sono: per Pianigiani, Mc Calebb, Rakovic, Kaukenas, Ress e Moss; per Filipovski, Washington, Traore, Datome, Dedovic e Dasic.
L’avvio di partita mette una gran paura ai tifosi romani: già nel primo minuto palle perse e – 6. Siena è sempre Siena, ma grazie al dominio sotto i tabelloni la Virtus rimane a contatto. Finisce 24 – 18. Nel secondo periodo gli ospiti riescono a recuperare, grazie soprattutto a Vitali e Dasic. Si va al riposo sul 42 – 42. Al rientro dagli spogliatoi si continua a giocare punto a punto con entrambe le squadre incapaci di affondare il colpo. Fino a metà della quarta frazione quando, come al solito, la Lottomatica si spegne lasciando, così, ampio spazio alla Montepaschi. Il punteggio finale è 83 – 73. dagli altri campi non arrivano buone notizie e, quindi, la stagione di Roma si chiude qui.

Dal sito ufficiale la dichiarazione di Filipovski a fine partita: “Essendo Siena una grande squadra di Eurolega, una squadra da Final Four, non poteva permettersi la terza sconfitta consecutiva in campionato. Noi sapevamo che per noi sarebbe stata la chance per qualificarci e abbiamo messo il cuore in campo, ma non è bastato. Abbiamo iniziato nervosi e questo ci ha causato molte palle perse, siamo poi tornati in gara nel secondo quarto e abbiamo chiuso in pareggio ma il risultato era troppo alto e quando giochi fuori non puoi concedere così tanti punti se vuoi sperare di uscirne bene alla lunga. I giocatori chiave sono stati Kaukenas e McCalebb, quest´ultimo specie nel finale, facendo ottimi tagli e prendendo importanti rimbalzi. Congratulazioni quindi a Siena specie per la sua bella stagione in Eurolega. Quanto a noi, sono molto dispiaciuto e triste, e in più anche i risultati sugli altri campi non ci hanno aiutato, né la sconfitta di giovedì di Siena a Sassari era prevedibile: un risultato diverso ci avrebbe regalato la qualificazione. Cosa succederà ora? Non lo so, io ho un altro anno di contratto, ma sarà il presidente a decidere il futuro del club”.

Andrea Falaschi