Home Senza categoria

Virtus Roma: pesante sconfitta ad Avellino

SHARE
roma - avellino

Dopo la bella prova contro Treviso, Roma non riesce a ripetersi. Inconcepibile terzo quarto

Nell’anticipo di mezzogiorno della terza giornata di ritorno del campionato la Lottomatica Roma è impegnata sul campo dell’Air Avellino. Assente Minard per una lussazione alla spalla che lo terrà fuori un mese e con Giachetti e Hutson reduci da guai fisici, Boniciolli continua nel suo lavoro di ricostruzione della squadra nella speranza che la partita contro Treviso non fosse solo un caso.
I quintetti iniziali sono: per Pancotto, Brown, Nelson, Akyol, Szewczyk e Troutman; per Boniciolli, Vitali, Jaaber, De La Fuente, Gigli e Crosariol.
Tutto il primo tempo si gioca a ritmi bassissimi, caratterizzato si dalle difese ma, soprattutto, da palle perse e tiri sbagliati per entrambe le squadre. Si va al riposo sul 30 – 31 (17 – 18 alla fine del primo quarto). Nella terza frazione, semplicemente, Roma non gioca. Avellino, perfetta sia in attacco che in difesa, ne approfitta e, guidata da Lauwers e Szewczyk, scappa. 58 – 40. Negli ultimi dieci minuti la Lottomatica timidamente prova a recuperare ma i padroni di casa riescono a controllare agevolmente il risultato. Finisce 74 – 56.
Dal sito ufficiale la dichiarazione di Boniciolli. “Sapevamo che Avellino è una squadra molto ben costruita e di grande solidità, e dopo averlo sentito con mano, posso dire che è ancora più forte di quello che pensavo. È una squadra con una grande guida fuori, Ercolino, e dentro al campo, Pancotto, con un grande pubblico e un fantastico Brown. Quello che stanno producendo ora in campo è il risultato dell´ottimo lavoro di costruzione della squadra che è stato fatto dalla società questa estate. Noi abbiamo giocato un primo tempo al limite della perfezione e rispetto alla gara a Bologna è un passo avanti, poi siamo rientrati in campo molli e con una squadra come Avellino non te lo puoi permettere, colpa anche mia che forse non ho allertato a dovere i miei giocatori. Abbiamo cercato di rientrare e abbiamo anche difeso discretamente ma abbiamo avuto pessime percentuali da 3 che non ci hanno permesso di aprire il campo e anzi hanno dato l´occasione all´Air di sfruttare il contropiede. Non possiamo certamente essere soddisfatti ma perlomeno rispetto a Bologna l´atteggiamento non è stato negativissimo. Il nostro cammino verso la continuità è ancora lungo. Continuiamo a lavorare consapevoli che stiamo migliorando, ma senza fustigarci per la sconfitta contro una squadra che ha dimostrato di essere più forte di noi. Martedì mattina dunque di nuovo in palestra per andare al torneo di Padova e vincerlo. So che la gente potrà ridere se dico che il nostro obiettivo immediato ora è vincere il torneo di Padova, ma vincere deve diventare una abitudine. Il mercato? Non è la panacea dei nostri problemi: ho fiducia nella qualità del lavoro, nel lavoro e l´impegno dei miei giocatori e nella solidità della società. Il nostro record di 6 vittorie contro 2 sconfitte ci dice che siamo da playoff e sono certo che per i playoff giocheremo una pallacanestro migliore per tutti i 40 minuti e non solo per una parte di gara”.
La prossima partita si giocherà domenica 28 febbraio, al PalaLottomatica, contro la Carife Ferrara.

Air Avellino – Lottomatica Virtus Roma 74 – 56 (17 – 18; 30 – 31; 58 – 40)
Avellino: Troutman 12, Dylewicz 8, Casoli, Lauwers 8, Brown 10, Cortese ne, Iannicelli, Napodano, Porta 5, Nelson 4, Szewczyk 12, Akyol 15.
All. Pancotto
Roma: Giachetti 4, Gigli 3, Jaaber 2, Tonolli ne, Hutson 12, Toure ne, Crosariol 6, Dragicevic 8, Datome 6, De La Fuente 2, Winston 13, Vitali.
All. Boniciolli
Arbitri: Tolga Sahin, Pierluigi D’Este, Paolo Quacci

Andrea Falaschi