Home Senza categoria

Virtus Roma: preoccupante vittoria contro la Vanoli Cremona

SHARE
virtus - cremona

Dopo essere stata sopra anche di 22 punti, la Lottomatica vince grazie ad un canestro negli ultimi secondi. Buona prestazione per l’esordiente Dragicevic.
Per la prima giornata del girone di ritorno di campionato la Lottomatica è impegnata sul campo della Vanoli Cremona. Ancora assenti Datome e Tonolli, ma la Virtus che si presenta a questo impegno è una squadra leggermente diversa rispetto a quella della scorsa settimana. Lunedì è stato mosso il primo passo della rivoluzione promessa da Boniciolli: è stato, infatti, presentato Tadija Dragicevic. L’ala grande, ex Stella Rossa, prenderà probabilmente il posto di Toure.
I quintetti iniziali sono: per Cioppi, Rowland, Bell, Aguiar, Brown e Cusin; per Boniciolli, Vitali, Jaaber, Minard, Gigli e Hutson.
Brutta Virtus quella che scende in campo nel primo quarto. I padroni di casa si portano subito sul 6 – 0 e Boniciolli è costretto a chiamare un time out e dare inizio ai cambi. Finisce in parità , 13 – 13, per Roma i problemi più grandi arrivano dalla fase offensiva, troppi tiri sbagliati e troppe palle perse. La seconda frazione vede le due squadre tentare la fuga più volte ma, complici delle difese approssimative, si va al riposo ancora in parità, 32 – 34. Il problema maggiore per la Lottomatica sono i falli, Gigli 4, Dragicevic e Minard 3 e Crosariol 2. Al rientro dagli spogliatoi la Virtus è una squadra diversa, attenta e concentrata sia in difesa che in attacco. Dopo un primo mini parziale, infatti, respinge il rientro di Cremona e chiude sul +20. 46 – 64. Gli ultimi dieci minuti dovrebbero essere una semplice formalità ma con la Lottomatica di quest’anno il condizionale è d’obbligo. Infatti, dopo aver raggiunto il massimo vantaggio con una schiacciata di Crosariol (+22), la Virtus smette di giocare. A meno di 20 secondi dal termine è di nuovo parità, 75 – 75. Con un tiro di Vitali dalla media e due liberi di Winston, i due punti sono comunque salvi. Si chiude 75 – 79.
Tutto il bello e tutto il brutto di una stagione sono stati riassunti in dieci minuti di una partita. La Virtus è ancora una squadra incostante, disunita e senza carattere. I due punti conquistati sono preziosissimi nella corsa ai play off ma hanno mostrato ancora una volta che di lavoro da fare ce n’è tanto, è il tempo a disposizione ad essere sempre meno.
Dal sito ufficiale le dichiarazioni di Boniciolli nel dopo partita. “Sinceri complimenti a Cremona e a Cioppi perché non si sono arresi neanche a 20 punti sotto. E complimenti al pubblico, un pubblico fantastico, positivo e sportivo. Per quanto riguarda noi, questa vittoria me la tengo stretta. Un mese fa questa gara l´avremmo persa. Abbiamo registrato le solite 25 palle perse che abbiamo sempre in trasferta, ma fino a 5´ dalla fine abbiamo tenuto Cremona a soli 57 punti. Per 35 minuti abbiamo giocato una pallacanestro di grande qualità. Poi aspettando che la gara finisse abbiamo permesso a Cremona di recuperare e per un attimo sono riapparsi i fantasmi del passato che per fortuna ha scacciato il gesto di Vitali. Ora dobbiamo continuare a lavorare, smaltire il roster e recuperare gli infortunati. A questa squadra mancano ancora delle certezze e solo con il lavoro possiamo acquisirle”.
La prossima partita di campionato si giocherà, al Palaeur, domenica 7 gennaio contro la Benetton Treviso.

Vanoli Cremona – Lottomatica Virtus Roma 75 – 79 (13 – 13; 32 – 34; 46 – 64)
Cremona: Rowland 25, Brown 8, Bona ne, Conti ne, Formenti 5, Bell 9, Cusin 13, Marenzi ne, Sartori ne, Aguiar 6, Piazza, Sklavos 9.
All. Cioppi
Roma: Giachetti, Gigli 5, Jaaber 17, Hutson 5, Crosariol 10, Dragicevic 5, De La Fuente 3, Winston 17, D’Alessio ne, Minard 7, Di Pasquale ne, Vitali 10.
All. Boniciolli
Arbitri: Giampaolo Cicoria, Mauro Pozzana, Saverio Lanzarini

Andrea Falaschi

Urloweb.com