Home Senza categoria

Virtus Roma: riparte la corsa ai play off, battuta Ferrara 84-73

SHARE
roma - ferrara

Dopo la pausa forzata per via della Coppa Italia, la Virtus Roma è impegnata, al PalaLottomatica, contro la Carife Ferrara. Boniciolli, ancora in attesa di qualche movimento di mercato, affronta la partita senza Minard e con Datome, Gigli e Winston reduci da problemi fisici.
I quintetti iniziali sono: per Boniciolli, Giachetti, Jaaber, De La Fuente, Dragicevic e Crosariol; per Valli, Spinelli, Grundy, Jackson, Ford e Nnamaka.
Inizio di partita a ritmi bassi, con gli attacchi di entrambe le squadre in difficoltà. Dopo 7 minuti Roma tenta per prima la fuga, guidata da Giachetti e Jaaber. 16 – 9. Ferrara, però, risponde con un mini parziale che le permette di chiudere il quarto in una sostanziale parità: 17 – 15. Nel secondo quarto è sempre Roma a condurre il gioco, a due minuti dalla sirena il vantaggio è sul +10. Alla sirena il punteggio è 39 – 32, gli ospiti hanno grandi difficoltà a trovare il canestro. Nella ripresa si ripete ciò che troppo spesso si è visto in questa stagione: Roma smette di giocare. La Carife, spinta da Jackson, recupera e supera i padroni di casa. 43 – 45 dopo 3 minuti. Jaaber, praticamente solo, riesce a riportare i suoi a contatto per poi chiudere la frazione in vantaggio 57 – 53. Negli ultimi dieci minuti, complice il problema di falli dei lunghi avversari, Roma torna a giocare da squadra e chiude comodamente 84 – 73. Ottavo posto e corsa ai play off sempre aperta.
Il lavoro di Boniciolli è evidente, la squadra non si perde più nei momenti di difficoltà, mostra un gioco migliore e, cosa da non sottovalutare, sono state impostate gerarchie e recuperati giocatori come Giachetti. Il coach, però, da quando è arrivato afferma che la squadra, nonostante le buone individualità, è costruita male, che tredici giocatori sono troppi e che servirebbe un play di ruolo. Tutte cose abbastanza evidenti anche per chi non è addetto ai lavori. Ma è tanto difficile accontentarlo?
Dal sito ufficiale la dichiarazione di Boniciolli: “Questa è la prima vittoria di sistema da quando sono arrivato. Perché nel momento di difficoltà non abbiamo risolto con le individualità ma con la nostra arma principale che è la difesa, guidati da un eccellente Giachetti, da un Vitali che non si è abbattuto e ha dato una grande mano nel secondo tempo, da un Jaaber che a fatto il Jaaber, da un Hutson che come un cameo ha fatto la grande stella caricando di falli i lunghi avversari. Buona poi la prestazione di De La Fuente, bene anche Winston in difesa anche se ora dovrà fermarsi qualche giorno per un problema muscolare che si porta dietro, ma rientrerà Minard. Mi dispiace per Datome che ha una gran voglia di giocare ma dopo essere stato fermo per una settimana non era la partita giusta per lui per riprendere. Sono contento che tre italiani, Giachetti, Gigli e Vitali siano oggi stati importanti per questo successo, così recuperiamo anche il senso dell´investimento fatto ad inizio stagione da parte del presidente Toti. È una vittoria che mi tengo stretta perché d´ora in poi i risultati saranno sempre più strani e le gare difficili e insidiose. Abbiamo raggiunto una certa stabilità in casa ora dobbiamo iniziare a vincere anche in trasferta perché ormai siamo ad un passo dalla fine della regular season. Questa non è stata una bella partita ma voglio ringraziare il pubblico, sarà per i 1000 ragazzini, ma ho visto il palazzo più pieno del solito e si è sentito affetto e tifo. Ora pensiamo a Biella che è la bestia nera di Roma e ha perso di nuovo. Dovremo giocare come abbiamo fatto per tre quarti ad Avellino, infatti considero Biella allo stesso livello di Avellino e lì non sarà facile”.
La prossima partita si giocherà, domenica 7 marzo, fuori casa, contro l’Angelico Biella.

Lottomatica Virtus Roma – Carife Ferrara 84 – 73 (17 – 15; 39 – 32; 57 – 53)
Roma: Giachetti 12, Gigli 9, Jaaber 24, Tonolli ne, Hutson 11, Toure ne, Crosariol 4, Dragicevic 8, Datome ne, De La Fuente 7, Winston 6, Vitali 3.
All. Boniciolli
Ferrara: Farabello 5, Nnamaka 2, Borsato ne, Spinelli 8, Jackson 30, Mazzola 2, Sacchetti, Grundy 7, Ford 15, Sangarè 2, Schultze 2, Rizzo ne.
All. Valli
Arbitri: Carmelo Paternicò, Massimiliano Duranti, Maurizio Biggi
Andrea Falaschi