Home Senza categoria

Virtus Roma: seconda sconfitta in campionato contro Cantu’

SHARE

Disattenta, imprecisa, lenta. La Lottomatica Roma perde la seconda partita consecutiva in campionato contro Cantù, 66 – 78. I problemi della squadra di Boniciolli erano evidenti anche dopo il buon esordio contro Brindisi, ma gli alti e bassi mostrati tra Italia ed Europa sono ora più che preoccupanti.

I quintetti iniziali sono: per Boniciolli, Vitali, Smith, Dasic, Traore e Crosariol; per Trinchieri, Green, Mazzarino, Micov, Leunen e Marconato.
Avvio disastroso per i padroni di casa che, con un inedito quintetto alto, non segnano per i primi sei minuti. Cantù, invece, più ordinata e precisa al tiro scappa prima sul 0 – 14, per poi chiudere il quarto 8 – 19. Nella seconda frazione la Virtus prova a ripartire dalla difesa, il divario si riduce ma le percentuali al tiro continuano ad essere penose. Si va al riposo sul 27 – 34.
Al rientro dagli spogliatoi sembra ripetersi l’avvio di partita: 32 – 46. Boniciolli decide, allora, di provare con la 1 – 3 – 1, che garantisce 3 recuperi e un miniparziale di 7 – 0. Cantù, però, trova il modo di opporsi e riesce chiudere sempre in vantaggio, 41 – 51. Negli ultimi dieci minuti Roma risale fino al – 4, ma è inutile. Gli ospiti, meritatamente, riescono a controllare e vincono 66 – 78.

Dal sito ufficiale, queste le parole di Boniciolli a fine partita: “Sono particolarmente amareggiato. Posso accettare di perdere con tutti ma quando giochi non quando non giochi affatto. Cantù ha giocato una partita eccellente, di grande maturità. Mi dispiace particolarmente per noi perché ho la sensazione che questa partita ci aiuti poco a crescere. Mi piacerebbe uscire da ogni gara, vinta o persa che sia, con delle indicazioni tecniche utili, ma questo oggi non è successo. Infatti non abbiamo affatto giocato, anche se non posso dire che non abbiamo faticato. Lo sforzo c´è stato e l´enorme numero di palle recuperate lo dimostra, ma la fatica tanto per faticare serve a poco. Giovedì ci aspetta un´altra partita in casa con il Real e sarà un´altra gara. Boscia, dalla sua esperienza e profonda conoscenza di questo sport, aveva detto che questa squadra avrebbe avuto un inizio di stagione con tanti alti e bassi. Non si spiega infatti come possiamo essere primi a punteggio pieno in Eurolega – e lo sono solo otto squadre su 32 – e penultimi in campionato italiano. I risultati di questa terza giornata confermano anche quanto questo campionato sia equilibrato e pieno di sorprese. Ora dobbiamo avere pazienza e continuare a lavorare come stiamo facendo, perché non si può dire che questi ragazzi non lavorano e non si impegnano. Ma paghiamo ancora il fatto di non aver avuto modo di allenarci tutti insieme in pre-stagione per i tanti infortuni, mentre Cantù gioca a memoria. Noi, a differenza loro, dobbiamo ancora trovare l´assetto di squadra. Dobbiamo farlo e farlo cercando anche di accelerare i tempi, pur giocando ogni tre giorni e viaggiando sempre. Per fortuna c´è la vicinanza di Boscia, ma è chiaro che la sconfitta di oggi disturba”.

La prossima partita di campionato sarà domenica 7 novembre, ad Avellino, contro l’Air. Giovedì 4 novembre, invece, al PalaLottomatica, si giocherà contro il Real Madrid per la terza partita di Eurolega.

Andrea Falaschi