Home Senza categoria

Virus Roma: grande vittoria contro Pesaro

SHARE

Dopo la sconfitta a Tel Aviv la Lottomatica stravince contro Pesaro 85 – 53.
La squadra di Filipovski, ancora alla ricerca dell’assetto migliore, mostra importanti segni di ripresa; ma una sola partita non può ancora essere indicativa, soprattutto considerando l’andamento estremamente altalenante che ha contraddistinto la squadra in questa stagione.

I quintetti iniziali sono: per Filipovski, Washington, Dedovic, Datome, Dasic e Crosariol; per Dal monte, Hackett, Diaz, Almond, Aleksandrov e Cusin. Roma parte subito forte e, spinta prima da Crosariol e poi da Dedovic, chiude il primo quarto sul 32 – 21. Per Pesaro l’unico a salvarsi è Hackett. Nella seconda frazione la Lottomatica scappa fino al +17 ma, poi, smette di giocare. Washington conferma di essere più che dannoso e gli ospiti riescono a ricucire. Si va al riposo con il punteggio di 42 – 36.
Al rientro dagli spogliatoi il parziale è pauroso. Il terzo periodo finisce con un parziale di 29 – 3. Difficile descrivere qualcosa, in campo si presenta solo la Virus e i tifosi ospiti abbandonano il palazzotto. Gli ultimi dieci minuti si giocano solo per dovere. La partita finisce 85 – 53.

Dal sito ufficiale le parole di Filipovski: “Congratulazioni ai miei giocatori perché dopo la pesante sconfitta a Tel Aviv avevo molto timore alla vigilia di questo match, quindi questa gara era molto importante per noi, in più è la mia prima vittoria in casa da quando sono qui a Roma. Abbiamo giocato una grande difesa, nonostante loro fossero senza Collins. Dobbiamo però imparare ad essere più consistenti, più costanti, non solo gara dopo gara ma anche all´interno della stessa partita. E´ questo che determina i nostri alti e bassi. In più due gare a settimana e allenarsi con pochi giocatori non è facile, ma stiamo lavorando sull´essere più consistenti. L´importante è restare sempre con i piedi per terra e lucidi: essere bravi a recuperare dopo una pesante sconfitta e restare con i piedi per terra quando si vince di tanto, per potersi così concentrare sul match successivo. La gara di Barcellona? Io voglio quello che volete voi, cioè che la Virtus vinca, ma non sarei onesto se dicessi che sarà una gara facile. Il Barca, come il Maccabi, lotta per il titolo, ha giocatori di grandi capacità. Quello che posso dire onestamente è che spero di andare lì e competere con loro, di riuscire a fare il nostro gioco, perché se riesci a mettere in pratica le cose su cui lavori poi i risultati arrivano”.

La prossima partita di campionato si giocherà domenica 6 febbraio a Cantù contro la Bennet; mentre per l’Eurolega, giovedì 3 si giocherà al Palalottomatica contro Barcellona.

Andrea Falaschi