Home Cultura

A Napoli nella notte arriva Homeless, l’opera di Jago stimata un milione di euro

La scultura, dal titolo ‘Look down’ è stata ‘abbandonata’ in piazza del Plebiscito

SHARE

NAPOLI – Nella notte di del 4 novembre una scultura in marmo bianco raffigurante il feto di un infante, dagli occhi chiusi e dal nome Homeless, è stata piazzata al centro di Piazza del Plebiscito a Napoli. La scultura rappresenta un infante inchiodato a terra da una catena di ferro. “Homeless” riporta così all’essenza dei clochard, ma rivela l’innocenza dell’essere umano riportato ai suoi primordi.

“Look down” Cioè: guarda in basso, guarda ai vulnerabili, agli ultimi, è il nome dell’opera che richiama il difficile periodo pandemico che stiamo attraversando. Il termine con cui gioca l’opera, richiama chiaramente il lock down, termine che nel gergo anglosassone per rappresentare la chiusura della cella da parte del carceriere.

L’opera stimata oltre un milione di euro è di Jago, all’anagrafe Jacopo Cardillo, 33enne artista originario di Frosinone e talentuosissimo scultore che ha già conquistato riconoscimenti e commesse importanti anche all’estero.  Quando gli hanno chiesto cosa significasse la sua opera, ha risposto: “Andate a chiede a tutti quelli che, in questo momento, sono stati inchiodati nelle loro condizioni”.

Riccardo Davoli