Home Cultura Cinema

Bella addormentata

Te lo devi vedere. Perché il caotico dibattito sull’eutanasia che si è alzato durante gli ultimi giorni di Eluana Englaro fa parte della nostra Storia.


Perché l’incedere degli anni sbiadisce la memoria e rivedersi a distanza di oltre tre anni è drammaticamente terapeutico. Perché, comunque, devi rispettare il coraggio di chi si è apertamente esposto su un tema tanto delicato da essere in bilico tra la vita e la morte. Te lo devi vedere perché, soprattutto, altrimenti non potresti criticarlo. Il prorompente punto di vista di Bellocchio articola la sua tesi a favore dell’eutanasia e disarticola, fino a ridicolizzare, i sostenitori del contrario. Il Senato diventa un cimitero di flaccidi elefanti, dove gli Eletti della classe politica italiana ritardano la loro morte politica alimentati dagli ordini del capopartito e dagli psicofarmaci prescritti dal collega psichiatra. I cattolici vestono invece i panni di ultras integralisti a difesa della vita a tutti i costi, dalle cui bocche escono solo slogan primitivi e preghiere corali. Insomma, te lo devi vedere.

Ads

 

Regia: Marco Bellocchio

 

Sceneggiatura: Marco Bellocchio, Veronica Raimo, Stefano Rulli
Interpreti: Toni Servillo, Isabelle Huppert, Alba Rohrwacher, Michele Riondino, Pier Giorgio Bellocchio, Maya Sansa, Brenno Placido, Fabrizio Falco, Gian Marco Tognazzi, Roberto Herlitzka

(ITA 2012)

 

Simone Dell’Unto

 

Previous articleLa cura
Next articleIl boom