Home Cultura Cinema

Django Unchained

Il valore delle vecchie foto, quelle impresse su un rullino e stampate su carta Kodak, sta tutto nel ricordo, in quell’attimo in cui l’istantanea di un momento dimenticato dalla memoria suscita uno spontaneo e nostalgico sorriso.

Ads

Tra le tante peculiarità di Django (inutile che le elenchi, lo sai benissimo che è un film di pregevolissima fattura), c’è proprio quella di suscitare nel corso delle quasi 3 ore di durata un continuo senso di straniamento temporale. Tarantino riesce infatti a ricreare quell’atmosfera da western vecchia scuola, inserendo allo stesso tempo sprazzi di vitalità e azione moderna che danno maggior lustro alla sua rievocazione. Che siano stati vissuti o ripresi successivamente, si ha la piena sensazione di rivivere gli anni degli spaghetti western e di quelle sale cinematografiche scomode e affollate in cui bastava un fiero sceriffo o un prode cowboy per essere felici e sognanti. 

 

 

Regia: Quentin Tarantino 

Sceneggiatura: Quentin Tarantino

Interpreti: Jamie Foxx, Christoph Waltz, Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Kerry Washington, Laura Cayouette, James Remar, Don Johnson, Zoë Bell, Franco Nero, James Russo, Quentin Tarantino

(USA 2012)

 

Simone dell’Unto

 

 

Previous articleNonostante i tagli e le penalizzazioni, il Cto c’e’
Next articleGarbatella: Imu al 50% grazie al vincolo