Home Cultura Cinema

Jojo Rabbit

SHARE

Fare ironia sul nazismo è un’impresa ardua e che prevede un rischio che non tutti sono in grado di prendere. Se La vita è bella, il capolavoro di Benigni, era riuscito, forse per la prima volta, a raccontare una delle vicende più terribili della storia dell’umanità con un sorriso amaro, qui l’approccio è totalmente diverso. Jojo Rabbit infatti presenta il nazismo nei suoi aspetti più grotteschi, dalla prospettiva di Jojo, bambino e fanatico sostenitore del nazismo che ha come amico immaginario Adolf Hitler, o meglio la sua caricatura. Jojo Rabbit è un film bellissimo, delicato, simpatico e che, con un brillante senso dell’umorismo, riesce a commuovere e far riflettere, e mettere in guardia lo spettatore sull’assurdità del sentimento dell’odio mettendone in evidenza i paradossi più evidenti.

Regia: Taika Waititi

Sceneggiatura: Taika Waititi

Interpreti: Roman Griffin Davis, Thomasin McKenzie, Taika Waititi, Rebel Wilson, Sam Rockwell, Scarlett Johansson

(GER 2019)

 Marco Etnasi