Home Cultura Cinema

La grande abbuffata

Grottesca distruzione della società civile: quattro individui, vuoti nell’anima, decidono di privarsi della vita riempiendosi lo stomaco.

Ads

 

In uno spettacolo fisico, sgradevole, carnale ed eccessivo, Marco Ferreri porta all’apice il suo cinema provocatorio, demolendo convenzioni e convinzioni imposte dalla quotidianità. Come colto da un gesto di rabbia, deturpa e umilia nella rappresentazione cinematografica quattro attori da sempre inquadrati come esteticamente belli e prestanti, rovesciando le loro peculiarità in un contesto di prorompente ferocia autodistruttiva. In tutto il corso del film Ferreri sembra voler ingaggiare un duello con lo spettatore, sfidandolo a superare tutti i limiti imposti dalla concezione borghese di cattivo gusto, compiacendosi dell’estatica asprezza delle immagini. 

 

 

Regia: Marco Ferreri 

Sceneggiatura: Marco Ferreri, Rafael Azcona, Francis Blanche

Interpreti: Marcello Mastroianni, Michel Piccoli, Philippe Noiret, Ugo Tognazzi, Andréa Ferréol

(FRA/ITA 1973)

 

Simone Dell’Unto

 

 

Previous articleLes Misérables
Next articleLe Parole annullano l’incredulità al Teatro dei Conciatori