Home Cultura Cinema

No time to die

Phoebe Waller-Bridge, forse una delle sceneggiatrici più richieste al momento di tutta Hollywood, e Fukunaga firmano la sceneggiatura dell’ultimo film della saga di James Bond, riportando la lancetta del tempo indietro di molti anni, nel tentativo di ridare a Bond, James Bond, l’ultimo probabilmente interpretato da Daniel Craig, lo smalto con cui Ian Fleming negli anni ’50 dello scorso secolo lo aveva colorato. La trama di No time to die è molto concitata e si apre nel luogo esotico dove l’agente segreto aveva creduto di potersi ritirare per rimanere lontano dagli occhi indiscreti della Spectre. Inutile dire che la pace di Bond non durerà molto e che ben presto sarà di nuovo catapultato a combattere il crimine e difendere la Regina d’Inghilterra.

Regia: Cary Joji Fukunaga

Ads

Sceneggiatura: Cary Joji Fukunaga, Phoebe Waller-Bridge

Interpreti: Daniel Craig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Naomie Harris, Ben Whishaw, Rory Kinnear

(USA, UK 2021)

Marco Etnasi

 

Previous article“Ramona e Giulietta”
Next articleNerone tra politica e sepolture