Home Cultura

Cosa sarebbe l’arte senza le donne?

Ingresso gratuito per tutte le donne nei siti culturali statali l’8 marzo.


Da sempre soggetto ispiratore per il linguaggio dell’arte: corpo e spirito, passione e sentimento, amor sacro e amor profano, madre e amante, la Donna è stata nei secoli rappresentata in tutte le sue sfaccettature, passando nei secoli da primigenia musa ispiratrice a protagonista attiva nella stessa produzione e committenza artistica. Basta pensare per un attimo cosa sarebbe l’Arte senza la componente femminile per comprenderne il ruolo assolutamente centrale.

Ads

Per questo il MiBAC celebra la Festa dell’8 marzo, offrendo a tutte le donne l’ingresso gratuito in tutti i luoghi d’arte statali (musei, aree archeologiche, biblioteche ed archivi), molti dei quali per l’occasione hanno organizzato mostre, aperture straordinarie, visite guidate ed eventi a tema.

Informazioni:
www.beniculturali.it
Numero verde 800 99 11 99
Il MiBAC è anche su Youtube, Facebook e Twitter

 

Previous articleCarnevale, a San Paolo 150 anni d’amore
Next articleVia Ardeatina chiusa, De Iuliis (Pdl): “Comitati e Municipio XII rimasti inascoltati”