Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

BATCAVERNA con RAVEABILLY

Grazie alla redazione sono venuto a conoscenza di un gruppo di ragazzi che suona davvero bene. BATCAVERNA è un trio composto da Massimo Tolomeo (batteria), Matteo “John Score” Ribichini (chitarra e voce) e Daniele Antolini (basso). La band è stata selezionata per le finali regionali di Sanremo Rock&Trend Festival, 34^ Edizione 2020/21, nella sezione “TREND”, (“Live Tour Sanremo Rock”). Sono seguiti dalla Label indipendente Rough Machine con distribuzione Artist First. Adesso il trio ha deciso di emergere ed ho deciso di presentarli cominciando dal racconto di Raveabilly, disco del 2020, che contiene dieci pezzi rockeggianti da sentire subito. Lo stile musicale dei BATCAVERNA svaria su più fronti. Infatti, punk, rockabilly, blues, e cassa dritta si uniscono definendo l’identità sonora della band. i BATCAVERNA con la loro musica ed i loro testi parlano di un rifugio fisico e metaforico, un luogo fatto di musica, di rapporti impossibili con il “gentil sesso” e storie tristi da lasciarsi alle spalle. Particolare è l’attenzione rivolta all’inutilità dei beni virtuali e materiali, per i quali molto spesso viviamo a scapito del tempo da dedicare a noi stessi. Non è facile uscirne fuori durante l’ascolto di Raveabilly. Il carisma dei testi, sempre ironici e grotteschi giustamente cantanti in dialetto romano, scandiscono dimensioni psichedeliche dal carattere acido. In alcuni momenti non fa più differenza ballare sotto cassa durante un rave, tra fango e cani sciolti, o se piuttosto in un club più pettinato. Le ballate sono candite da un carattere puramente ironico come in una filastrocca d’amore. Se tutto appare banale e frivolo, con immagini di grande libertà, ironia, sensualità e umanità, i BATCAVERNA riescono rinnovare, a loro modo, questi sentimenti con passione ed originalità. La collaborazione del disco di spicco è quella con Daniele Coccia “Paifelman” (muro del canto) nel brano Schiuma da Barbie. Il 2021 i BATCAVERNA presentano due singoli davvero interessanti. Il primo fra tutti, Bat-Pino, si ispira ad una leggenda metropolitana degli anni ’90. La figura mitologica è quella di un ragazzo che per abuso di sostanze stupefacenti, aveva perso in parte il senno e girava per le strade della nostra periferia (Villalba/Guidonia) fatta di metallari di provincia convertiti ai rave “con il suo Piaggio ed il mantello blu”. L’altro singolo invece PORTARCANE è un vero appello contro l’abbandono degli animali. I BATCAVERNA sono stati la piacevole sorpresa che speravi di trovare in quest’inizio di 2022 e visto che la stoffa ne hanno ed anche tanta ironia non posso che augurarli il meglio.

Riccardo Davoli

Ads
Previous articlePUP Piazza della Radio: al via i lavori nei prossimi giorni
Next articleFilobus Laurentina: mezzi in strada a marzo