Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Clavdio – Togliatti Boulevard

SHARE

Clavdio, nome d’arte Claudio Rossetti, è un cantautore e musicista romano. Nato da padre italiano e madre capoverdiana, Clavdio si avvicina al mondo della musica fin da giovane con una band punk, nel dicembre 2005 forma il gruppo post-rock/progressive metal Blue Order Project con Paolo Dionisi. Successivamente collabora con l’artista romana dark wave Mushy, prendendo parte ad alcuni dei suoi live e registrando le chitarre per il suo album Breathless, pubblicato nel 2013. Terminata l’esperienza Blue Order Project, nel 2012 dà vita al progetto solista Il Rondine, partecipando al concorso Le Canzoni Migliori Le Aiuta La Fame, dell’etichetta La Fame Dischi, ottenendo la produzione di un disco. Nel 2014 esce l’album d’esordio Può capitare a chiunque ciò che può capitare a qualcuno. Nel 2018 entra in Bomba Dischi e cambia nome d’arte in CLAVDIO, pubblicando a novembre il singolo “Cuore”, che entra nella rotazione di importanti emittenti italiane. Successivamente, all’inizio del 2019, escono i singoli “Ricordi” e “Nacchere”, anticipando l’album Togliatti Boulevard. Clavdio ama l’elettronica, specie quella retrò e la usa in quasi tutti i pezzi: già su “Cuore”, una canzone d’amore malinconica, amara, cantata con voce profonda e cuore aperto, in cui ognuno di noi si può rispecchiare nella sua genuinità. Il pianoforte in apertura lascia spazio a sonorità synth-pop e a un ritmo incalzante che conquista immediatamente, mentre il testo è un susseguirsi di immagini di vita quotidiana, contraddistinte da sprezzante ironia. Continua con “Foto”, che tra arpeggiatori, synth e drum machine parla della brutta sensazione di sentirsi uno scroto lanciato nello spazio tra le stelle cadenti.  “Le tue gambe” ci regala il primo pezzo stile cantautore con la chitarra ed è davvero d’altri tempi. “Serpenti” è pura electro wave e ha un testo onirico uscito da una serata dark anni ’80.  “Nacchere” è l’ultimo singolo, primaverile e catchy con l’immancabile spleen e una citazione dei New Order di Blue Monday. Nel complesso un gran debutto, sperando che Clavdio continui su questa strada piena di ironia e bravura.

Guido Carnevale