Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Gimbo –  Come l’uomo della Luna

Su tutte le piattaforme digitali e pubblicato da Redgoldgreen Label, il 26 febbraio è uscito il nuovo ed atteso disco di Giampietro Pica in arte Gimbo con il titolo di Come l’uomo della Luna.

Il progetto ci riporta ad un vero e proprio viaggio sonoro che parte dal nostro continente ed attraversa i Caraibi arrivando in America Latina. Un giro del mondo lungo 11 tracce in cui è facile restare contagiati dai colori, dal ritmo di ballate popolari, dai suoni andanti dal gusto patchanka, reggae, folk e country. Ogni singolo brano suona diverso dall’altro e seppur ogni tanto ci si perde vi assicuro che tutto quello che ascolterete appartiene allo stesso viaggio. Partenza e ritorno uniti dallo stesso destino. Il mondo con la sua immensa natura che soltanto cielo e terra può contenere dentro di sé, è inteso come la nostra grande casa dove le culture si fondono coabitando insieme. Tanti gli ospiti presenti nel disco, artisti, musicisti che portano in dote il retroterra artistico e culturale dove Gimbo è maturato. Il jazz di Fabrizio Bosso e Javier Girotto attraversa delicatamente le tracce, dove compaiono anche Rastablanco e Giulio Ferrante di Radici nel Cemento, assieme ai ritmi in levare di Raina dei Villa Ada Posse e la tastiera di Francesco Bellani (già con Calcutta, I Cani, Giorgio Poi tra gli altri). Se coesistere tanto in natura quanto per gli uomini sembra sempre difficile, Gimbo con questo lavoro riesce ad armonizzare tutte le energie presenti riuscendo in un’impresa non da poco. Fiati, chitarre, percussioni, respiri e parole si fondono in atmosfere personali e sognanti, dove la cristallina semplicità del cantautorato folk traccia un sentiero onirico tra la Terra, il cielo e la Luna.

Ads

Riccardo Davoli

Previous articleRifiuti: stralciata l’area di via Arzana, salta il centro di raccolta in Municipio XI
Next articleVia Ardeatina: arriva l’ok sui fondi, a breve la gara e i lavori sulla strada