Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

GIMBO

Con il nome Gimbo, Giampietro Pica, ha voluto affermare le proprie radici, utilizzando il nomignolo della sua infanzia, ma anche citare artisti famosi con lo stesso soprannome tra cui Gilberto Gil, Jim Morrison, ed altri. Di fatto, il nome accomuna diversi artisti di differenti generi musicali così come il suono di Gimbo travalica gli orizzonti. Influenzato dal reggae, dalla musica caraibica, dall’afro, dal folk americano e muovendosi sempre nell’ambito della popular music, GIMBO ha già lavorato su moltissimi progetti diversi, per esempio con Radici nel Cemento per il disco Fuego y corazon, uscito nel 2018, cantando nei brani “Turbolenze” e “Rootsman”.

Insomma, va detto che il ragazzo si tiene decisamente in costante movimento e, per dirla con una metafora sportiva, è un musicista che spazia a tutto campo dimostrando di poter giocare tutte le partite che vuole. Il 19 gennaio è uscito con “9 ore” ed il singolo lo trovate disponibile su tutte le piattaforme digitali. “Quando ho scritto questo brano – commenta l’artista – ero nel pieno dell’ascolto dei Pink Floyd, e mandavo a ripetizione quella ballad monumentale che è “Mother”. C’era appena stata la mostra a loro dedicata che avevo visitato con Rastablanco ed in quell’occasione gli avevo parlato di una mia nuova canzone. Così ci siamo ritrovati in studio a registrarla e ogni nota era un’esclamazione”. Nel brano gli elementi del cantautorato più classico, come voce e chitarra acustica, si sposano con il piano e le tastiere di Francesco Bellani (già con Calcutta, I Cani, Giorgio Poi tra gli altri) e con la chitarra elettrica di Rastablanco (Radici nel Cemento). “9 ore” diventa il pensiero di una sera, attimi fuggenti e poche parole per una lettera sospesa prima di essere spedita. Il singolo anticipa il primo album Come l’uomo della Luna, in uscita il prossimo 26 febbraio. La voce cristallina di Gimbo si mescola a sonorità intense, dove un arrangiamento dalle tinte delicate accoglie le parole che scorrono morbide tra la terra, il cielo e la Luna.

Ads

Riccardo Davoli

Previous articleElezioni 2021: il consigliere Stefàno pronto a candidatura alternativa a Raggi
Next articleSan Paolo: gettano fumogeni in un cassonetto, fermati sei ragazzi