Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

GINEVRA – Il sound poli-disciplinare che si libera in altre dimensioni

Genovese di origine, classe 1994, Ginevra Nervi ha sprigionato tutto l’estro nel corso dell’ultimo Spring Attitude Festival durante la preview all’Alcazar di Roma. Questo evento ha soltanto confermato il suo straordinario approccio e la capacità unica di “fare cose belle”, oltre che decisamente interessanti. Si tratta di una compositrice elettronica che nel suo lavoro applica un criterio multidisciplinare che, pur essendo alquanto anomalo, sembra essere piuttosto efficace.

I suoi progetti spesso includono anche la registrazione e la distorsione della sua voce per creare colonne sonore, percorrendo ritmi danzanti che si muovono attraverso trame spiccatamente sperimentali. Ginevra usa il suono come suo strumento e immerge ogni cellula musicale del suo essere più intimo per trovare la giusta corda.

Ads

In qualità di cantautrice e compositrice di musica per film, documentari e serie tv targate Netflix o Amazon Prime Video, Ginevra si è guadagnata un’ottima reputazione nell’industria cinematografica. L’artista ha scritto le musiche per il documentario “Fuoco Sacro” di Antonio Castaldo e ha scritto e cantato “Miles away – Pivio & Aldo De Scalzi” per il film “Non Odiare” di Mauro Mancini. Il brano è arrivato ad essere nominato per la migliore canzone originale l’anno successivo ai David di Donatello Awards.

Al di fuori del cinema e della tv, la storia di Ginevra come artista solista continua e il suo stile non smette di evolversi. Ha autoprodotto il singolo “P!2”, seguito da un remix di Anastasia Kristensen. Adesso è in arrivo “The Disorder Of Appearances”, il suo prossimo album, che tutti noi attendiamo con trepidante attesa.

Riccardo Davoli

 

Previous articleMunicipio IX, Assessore Lepidini: “Il territorio non può sopportare un termovalorizzatore”
Next articleCarta d’Identità Elettronica: 5 e 6 novembre nuovo open day