Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

La viola

Proseguono gli appuntamenti con la storia degli strumenti musicali, in questo articolo parleremo della viola

SHARE

Una nuova tappa del viaggio nella storia degli strumenti musicali con il Maestro Mario Grandinetti della scuola di Musica Artitalia alla Montagnola.

La viola è uno strumento musicale cordofono della famiglia del violino, nella quale occupa il posto del contralto-tenore, con una tessitura intermedia tra il violino ed il violoncello. Il termine è stato usato, non sempre in maniera precisa, per riferirsi a vari strumenti: la viola nel senso moderno del termine nasce assieme alla famiglia del violino, giungendo a maturazione non più tardi del 1535.

Lo strumento è simile al violino, ma più grande di circa il 15-20% e, a differenza di quest’ultimo, non ha una taglia standard. Ha quattro corde accordate per quinte, una quinta sotto il violino, rispetto al quale ha anche un timbro più profondo e meno brillante; risulta quindi un’ottava sopra il violoncello. La tecnica della mano sinistra e dell’arco sono simili a quelle per il violino e la chiave musicale di lettura utilizzata solitamente è quella di contralto, all’occorrenza è impiegata anche quella di violino.

La viola è impiegata principalmente nella musica classica, sia come strumento solistico (anche se è meno comune in questo ruolo rispetto ad altri strumenti della sua famiglia, come il violino o il violoncello), sa in orchestra, ne quartetto d’archi e in svariate formazioni cameristiche.

Lo strumento ha un ruolo significativo nella musica tradizionale di alcuni paesi europei, in particolare nella cultura ungherese e rumena, mentre si tratta di uno strumento non comune nella musica leggera, nel rock o nel jazz.

 

Leggi la storia della batteria

Leggi la storia del pianoforte

Leggi la storia del basso elettrico

Leggi la storia del violino

 

Mario Grandinetti

Scuola di Musica Artitalia

Via Fontanellato 70, Roma