Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

MACE – OBE

Se la donna di Hitchcock visse due volte, Mace con “OBE” ha dimostrato di avere anche lui più di una vita da consumare. Al terzo capitolo della sua storia, prima con La Crème e poi con i Reset!, Mace si presenta con un disco antologico, confermandosi il produttore numero uno d’Italia. In “OBE”, rap, pop, r&b e soul contemporaneo dialogano tra loro sovvertendo il concetto rigido di genere. A dimostrazione di questo c’è il numero di artisti chiamati in causa da Mace, che con grande destrezza ha fuso con armonia realtà in apparenza lontane tra loro: Guè Pequeno, Salmo, Venerus, Blanco, Carl Brave, Gemitaiz, Madame, Franco 126, Colapesce, solo per nominare alcuni dei feat che troviamo nell’album. Il risultato è quello di un suono che procede senza intoppi e che la collaborazione, viste le numerose teste calde, può funzionare. Quindi “OBE” è l’esperimento più riuscito del 2021? Assolutamente sì. Infatti, il disco totalizza oltre 33 milioni di stream sulle piattaforme digitali, mentre il singolo La Canzone Nostra, in feat con Salmo e Blanco, diventa immediatamente disco d’oro. Resterà in testa alla classifica per più di un mese, continuando a dominare tutte le chart di Spotify. Se qualcuno ci chiedesse di fargli sentire la musica pop italiana oggi, gli daremmo sicuramente questo disco, preparandolo per un viaggio acido attraverso un non luogo situato da qualche parte.

Riccardo Davoli

Ads
Previous articleCollina di Monte Cucco: nuovo tassello per la realizzazione del parco
Next articleEsordio vincente del Santa Lucia basket in carrozzina nel campionato di serie B