Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Mostro (Giorgio Ferrairo)

SHARE

Mostro è Giorgio Ferrario, nato a Roma nel 1992. Alle scuole superiori conosce il rapper LowLow, con il quale stringe un sodalizio che durerà negli anni. Nel 2012, sotto il nome di III Movement, esce il disco TRE STRONZI MIXTAPE. Del gruppo fanno parte, oltre a Mostro, Nicksick e il produttore Yoshimitsu, che lo accompagnerà in buona parte dei suoi lavori. L’esordio solista è LA NAVE FANTASMA (2014), che è anche il primo album di Mostro firmato per l’etichetta indipendente romana Honiro Label, che raccoglie diversi nomi di punta del panorama hip-hop italiano. Nel disco, prodotto sempre dal fedele Yoshimitsu, sono presenti collaborazioni con l’amico LowLow, Sercho, Luca J e Skunk. L’Ep SCUSATE PER IL SANGUE esce sempre nel 2014, preceduto dai singoli “Scusate per il sangue” e “Supereroi falliti”, entrambi dischi d’oro, e porta anche la firma di LowLow, prima che il rapper spicchi il volo con la Sugar nel novembre 2016, quando Caterina Caselli & co. scelgono LowLow per pubblicare per la prima volta un singolo rap, “Ulisse”. Nel 2015 esce un altro mixtape di Mostro, THE ILLEST Vol. 1, accompagnato ancora una volta dalle basi di Yoshimitsu. I pezzi, inclusi nell’album, “Poco prima dello schianto” e “Solamente unico” (scritto insieme al cantautore romano Briga) fanno impazzire il web. Dopo una pausa di due anni, nel 2017 il rapper romano torna con OGNI MALEDETTO GIORNO, che include collaborazioni con Sercho, Jamil e Shiva. L’album segna la definitiva affermazione di Mostro, anche grazie al successo dei tre singoli “Ogni maledetto giorno”, “Strike” e “Niente di me”. L’etichetta resta Honiro, mentre la produzione passa al duo “Prod By Enemies”. Nel febbraio del 2019 esce “Diavolo Magro”, il nuovo singolo di Mostro (Giorgio Ferrario) prodotta dal duo Enemies (Yoshimitsu e Manusso). Nell’aprile del 2019, anticipato dai singoli “Cani Bastardi”, “Non voglio Morire” e “Diavolo Magro”, esce il nuovo album The Illest Vol. 2. Il disco è stato interamente prodotto da Enemies, duo storico di Honiro, formato da Manusso e Yoshimitsu, insieme al quale Mostro e il rapper Nick Sick militavano nel III Movement. I due beatmaker hanno realizzato, in The Illest Vol. 2, un lavoro clamoroso, caratterizzando i dodici pezzi del disco con suoni unici e mai sentiti nel panorama artistico italiano. Mostro è infatti, in questo momento, il rapper più hardcore d’Italia per i concetti che esprime, per il suo graffiante timbro vocale e per le sonorità che sceglie di sposare. Non dev’essere stato affatto facile, dunque, realizzare delle strumentali di qualità, che siano in grado di valorizzare la crudezza e la brutalità dell’artista, spesso portando il producer a spostarsi su altri generi musicali (si pensi a pezzi come Nicotina, Non voglio morire) senza mettere in secondo piano la sua voce e le sue parole.  Mostro ha realizzato uno street album destinato a farlo crescere, artisticamente e numericamente, con cui si consoliderà senza dubbio in una scena che ha sempre più bisogno di rapper come lui: completi, sinceri, giovani e profondamente innamorati del loro lavoro.

Guido Carnevale